Bad Vegan o good vegan? La dieta vegana conquista le serie tv

0
13

E tu che dieta guardi?

Bad Vegan: Fame. Fraud. Fugitives. Sarma Melngailis in Bad Vegan: Fame. Fraud. Fugitives. Cr. Netflix © 2022

Bad Vegan: Fame. Fraud. Fugitives. Sarma Melngailis in Bad Vegan: Fame. Fraud. Fugitives. Cr. Netflix © 2022

Fan della dieta vegana? Toglietemi tutto ma non la dieta mediterranea? Non importa di che dieta siete. Quello che conta è parlarne, anche sulle piattaforme tv on demand. Lo spunto è la nuova mini serie Netflix Bad Vegan. Storia vera di una chef crudista diventata truffatrice.

Bad Vegan e le polemiche sulla dieta vegana: peggio la truffa o la pizza?

La miniserie in quattro episodi – disponibile su Netflix da fine marzo– racconta la storia vera della guru della cucina crudista Sarma Melngailis. E quella del suo ristorante Pure Food and Wine a New York, mecca del jet set.

La lista di star convertite alla causa vegana è lunga: da Ellen Page a Jessica Chastain, da Joaquin Phoenix a Sia, da Pamela Anderson a Stevie Wonder. E molti di loro passano dalla cucina veg di Sarma e del compagno, lo chef Matthew Kenney. Ma quando i due si lasciano, qualcosa si incrina.

Sarà poi il secondo uomo della sua vita a trascinarla nel baratro e a renderla truffatrice e fuggitiva, come suggerisce il titolo della serie. Eppure, come e più della trama avvincente, a far discutere i fan della serie è il fatto che la protagonista possa arrivare a mangiarsi una pizza. Provocazione o malcelata ironia?

BadVegan_Fame.Fraud.Fugitives

Vegan: Fame. Fraud. Fugitives. Sarma Melngailis in Bad Vegan: Fame. Fraud. Fugitives. Cr. Netflix © 2022

Dalla cronaca allo sport: quando la dieta vegana genera campioni

Ancora dieta vegana, ancora tv. Questa volta parliamo della docu-serie The Game Changers, sempre su Netflix, dedicata alla dieta vegana tra gli sportivi d’elite. Presentata al Sundance Film Festival 2018, la serie è prodotta da superstar vegane come James Cameron, Pamela Anderson, Jackie Chan, Novak Djokovic e Lewis Hamilton.

The Game Changers segue i passi di James Wilks, combattente e insegnante di autodifesa, che dopo un infortunio cerca il modo più veloce per recuperare. Inizia così il viaggio alla scoperta dell’alimentazione a base vegetale. Nelle puntate, personaggi come Scott Jurek (ultramaratoneta che ha corso per 46 giorni consecutivi), Patrik Baboumian (“l’uomo più forte del mondo” capace di sollevare 555 kg), Nate Diaz (ultimate fighter che ha sconfitto Conor McGregor) e molti altri.

Incluso l’ex carnivoro Arnold Schwarzenegger.

dieta vegana

The Game Changers, il documentario Netflix dedicato ai campioni sportivi vegani

Non solo dieta vegana: la dieta Nowzaradan per le vite al limite

Antesignana del filone dietetico in streaming è certamente Vite al limite, la celebre serie tv di Discovery+, in onda in Italia su Real Time. La serie segue il percorso di persone obese che decidono di dimagrire e cambiare vita. A farle rinascere è il dottor Younan Nowzaradan, medico iraniano specializzato in chirurgia vascolare e bariatrica.

La sua dieta è tutt’altro che vegana: si basa su una riduzione importante delle quantità di carboidrati, compresi quelli di origine vegetale. Si tratta di una dieta di circa 800-1200 calorie, pensata per chi deve dimagrire molto. E da seguire sotto stretto controllo medico per non più di due mesi. Va detto che i pazienti presentati nei vari episodi hanno un peso medio di partenza attorno ai 270 kg. Le situazioni estreme, in tv, non saziano mai.

 

Amica ©RIPRODUZIONE RISERVATA

[ Fonte articolo: Amica ]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*