Peste suina:Commissario,entro domani ordinanza Regione Lazio

0
20

Dopo caso a Roma.Ferrari,identificata zona,ora capire diffusione

(ANSA) – ROMA, 06 MAG – Dopo il caso confermato di peste suina su un cinghiale nel parco dell’ Insugherata, che si trova dentro il territorio del Comune di Roma, “ci sarà a breve un’ordinanza della Regione Lazio, che dovrebbe uscire tra oggi e domani, per la delimitazione e la gestione dell’area, indicando le attività che si possono fare e quelle che non si possono fare”.
    Così all’ANSA il commissario straordinario per l’emergenza, Angelo Ferrari, che oggi ha svolto un sopralluogo e ha partecipato all’Unità di crisi che si è riunita a Roma, anche con i rappresentanti del ministero della Salute.
    La preoccupazione maggiore in queste ore, spiega, “è capire l’ampiezza della diffusione della malattia” e in tal senso, prosegue il Commissario “dovrà essere fatta una indagine molto attenta per stabilire se la malattia è passata oltre il Grande raccordo anulare”, cioè oltre la barriera cittadina. “In tal caso la cosa sarebbe molto più complessa”. “L’impressione – afferma Ferrari parlando del sopralluogo in riferimento anche alla situazione di Piemonte e Liguria dove finora erano confinati i due focolai – è che qui la zona è molto più limitata, se non ci sono state delle fughe al di là del Raccordo anulare forse qualche buona notizia la potremo dare tra breve”.
    Intanto, riferisce, è stata identificata la zona infetta e poi all’interno di quest’area si provvederà a monitorare l’eventuale presenza di animali morti. “Se la riusciamo a contenere nell’arco di questa fetta del parco dell’Insugherata, la cosa sarebbe più facile”. “È un’ emergenza – dice Ferrari rispondendo a una domanda – speriamo che sia un’emergenza contenibile e per contenerla abbiamo bisogno dei cittadini che devono compredere il pericolo di questa malattia che non è rischiosa per l’uomo” ma l’uomo può diffonderla nel territorio. E verranno quindi prese misure ad hoc. “Non credo che si chiuderanno i parchi – dice Ferrari – ma dovrà essere posta grande attenzione a dove si cammina, come si cammina e arrivare anche alla disinfezione delle scarpe. È un virus che perdura molto nel tempo e bisogna prendere provvedimenti”. L’Unità di crisi ha deciso una serie di attività che verranno contenute nell’ordinanza della Regione Lazio. Nei prossimi giorni verrà valutato se ampliare l’area, “non diminuirla perchè è già abbastanza ristretta”. (ANSA).
   

[ Fonte articolo: ANSA ]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*