Vitamina b12: dove si trova, a cosa serve e le proprietà delle vitamine del gruppo B

0
21

Capelli perfetti e nervi distesi

La vitamina B12 potrebbe facilmente diventare la nostra preferita. Una vitamina idrosolubile che non può essere accumulata nell’organismo e, per questo, deve essere assunta attraverso l’alimentazione. 

Altrimenti nota come cobalamina, la vitamina B12 è essenziale per il nostro benessere. Fisiologicamente, infatti, il complesso vitaminico B aiuta a mantenere sane le cellule nervose e i globuli rossi. 

Ecco spiegata l’influenza della vitamina B12 sul benessere di tutto il corpo. A partire dalla chioma. La vitamina B, infatti, è un portento per capelli e unghie, adatta a contrastare l’eccessiva caduta dei capelli e mantenerli in salute. Permettendo alla chioma di crescere sana e forte. Unitela ai benefici della vitamina E e a quelli della vitamina D e avrete il cocktail vitaminico perfetto per salvaguardare la vostra bellezza. 

vitamina b12 benefici capelli

Pexels

Vitamina B12: a cosa serve? 

Le vitamine del gruppo B, e in particolare la vitamina B12, sono fondamentali per garantire il funzionamento dell’organismo. La loro azione è importantissima per il metabolismo degli aminoacidi, degli acidi nucleici e degli acidi grassi. Oltre che per la produzione di globuli rossi e la formazione del midollo osseo. La vitamina B12, inoltre, favorisce la trasformazione dei nutrienti in energia e riduce lo stress, migliorando l’umore. 

A cosa serve la vitamina B esteticamente parlando? Questo gruppo vitaminico è indispensabile per i capelli. La sua azione, infatti, è legata al metabolismo degli aminoacidi, coinvolti – a loro volta – nella sintesi della cheratina. Grazie alle vitamine del gruppo B, inoltre, i follicoli dei capelli ricevono tutti i nutrienti necessari per mantenere la chioma folta, forte e sana. 

Naturalmente, ogni vitamina B ha dei benefici specifici.

  • Vitamina B1: consente il regolare ciclo vitale del capello.
  • Vitamina B2: potenzia la sintesi del sebo.
  • Niacina, Vitamina B3 o vitamina PP: stimola la microcircolazione del cuoio capelluto.
  • Vitamina B4: tra le sue proprietà c’è quella di ottimizzare la funzione dei follicoli piliferi. 
  • Vitamina B5: è fondamentale per stimolare la crescita dei capelli. Questa vitamina, infatti, mantiene in salute l’apparato tegumentario, mantenendo i capelli lucenti e forti.
  • Vitamina B6: i benefici di questa vitamina includono la stimolazione del metabolismo degli aminoacidi e, di conseguenza, anche della cheratina.
  • Biotina o Vitamina B7: aiuta a costruire la cheratina e a renderla più forte, stimolando le cellule a replicarsi più velocemente. 
  • Vitamina B8: regola il ciclo biologico del capello, contrastando anche la comparsa di problematiche come la dermatite seborroica. 
  • Acido folico o Vitamina B9: interviene nella sintesi della cheratina e contrasta la caduta dei capelli.
  • Vitamina B12: importantissima per la salute del capello, permette il corretto rinnovamento capillare e rende i capelli più forti.
vitamina b12 A cosa serve

Pexels

Vitamina B12: dove si trova e quali alimenti la contengono? 

La vitamina B12 è presente in tutti gli alimenti di origine animale, in quantità variabili. In quali alimenti si trova la vitamina B nello specifico? In carne, pesce, fegato, latte e uova. Purtroppo, però, la cottura elimina circa un terzo della vitamina presente negli alimenti. 

Fortunatamente, le vitamine del gruppo B sono presenti anche in numerosi vegetali. Mandorle, champignon, asparagi e avocado, ad esempio, sono un’ottima fonte di vitamina B3 e B5. Carne, pesce e alga spirulina, invece, regalano una buona percentuale di vitamina B12. Per assumere acido folico, invece, affidatevi a verdure a foglia verde, uova, cereali e latticini. E se con cereali, frutta secca, legumi e funghi potrete assicurarvi un corretto apporto di biotina, spinaci, carne bianca e pomodori sono l’ideale per fare il pieno di vitamina B6. 

Ecco perché seguire una dieta vegana non implica necessariamente dover affrontare una carenza di vitamina B12. Oltre a carne e pesce, infatti, a essere abbastanza ricchi di vitamina B12 sono alghe, lievito di birra, tempeh e kombucha, ma in piccolissime quantità. Proprio per questo, può essere utile optare per degli integratori di vitamina B, su consiglio del medico ovviamente. 

vitamina b 12 alimenti

Getty

Vitamina B12: quando assumerla e per quanto tempo? 

Per godere appieno della vitamina B e delle sue proprietà occorre assumere circa 2 o 2,4 mcg di vitamina B12 al giorno. Un quantitativo che, per le donne in gravidanza, deve raddoppiare. 

Attenzione, però, a non eccedere. Le vitamine del gruppo B, infatti, hanno anche delle controindicazioni. Normalmente, infatti, gli eccessi di vitamina B12 vengono espulsi con le urine, ma il sovradosaggio è un pericolo concreto. Come si manifesta? Gli effetti collaterali del gruppo B sono tremori e gonfiori, ma anche battito cardiaco accelerato e nervosismo. 

Carenza di Vitamina B12: cosa succede? 

In generale, avere una carenza di vitamina B12 è molto difficile, se non in caso di problemi intestinali che ne ostacolano l’assorbimento. I sintomi sono disturbi del sistema nervoso e la cosiddetta anemia perniciosa, derivata da una cattiva produzione delle cellule del sangue. 

Naturalmente, anche chi segue una dieta vegana o molto restrittiva dovrà fare attenzione alla carenza di vitamina B12. Per scoprirlo, in ogni caso, occorre semplicemente fare le analisi del sangue. E tenere sotto controllo sintomi come pallore eccessivo, debolezza, formicolio agli arti e affaticamento. 

Scoprite nella gallery i prodotti per il viso e per i capelli a base di vitamine del gruppo B, oltre ai migliori integratori.

Amica ©RIPRODUZIONE RISERVATA

[ Fonte articolo: Amica ]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*