Dieta detox: menù settimanale e alimenti per un programma disintossicante

0
22

dieta detox disintossicante

Pexels

Non si può mai pianificare il futuro pensando al passato

Parole sagge, quelle del filosofo Edmund Burk. E che si applicano anche alla dieta detox post Natale. Inutile crucciarsi per quello che è stato: l’obbiettivo deve essere tornare all’ormai (quasi) dimenticata alimentazione sana. 

La migliore alleata, in questo caso, è una dieta detossinante che ci aiuti a dimenticare peccati di gola e pasti luculliani. Dal punto di vista psicologico almeno. Certo, perché fegato e reni sanno perfettamente cosa fare per eliminare le tossine dal corpo. 

D’altra parte, pianificare una dieta detox di 3 giorni e riprendere la tabella di allenamento è il modo migliore per tornare alla routine. E per aiutare la mente a dimenticare i bagordi. 

Niente dieta detox dimagrante fai da te, però. Come ricorda la Dottoressa Lucia Costucci, nutrizionista di MioDottore, non sono da escludere approcci drastici come digiuno intermittente, dieta chetogenica, un’alimentazione liquida a base di centrifughe e menù crudisti. Purché siate supervisionati da un professionista per evitare di sottoporre il fisico a una dieta detox dagli effetti…stressanti. 

dieta detox liquida

Pexels

Dieta detox: cos’è? 

“L’inquinamento tossinico presente nell’organismo deriva dall’interazione tra le tossine provenienti dall’ambiente esterno e quelle prodotte dai processi metabolici”. Insomma, come sottolinea la Dottoressa Costucci, seguire una dieta detox significa eliminare le tossine accumulate tanto con il cibo, quanto con lo stress psicologico. 

Ecco allora che una dieta disintossicante o detox non è finalizzata al dimagrimento, ma a purificare l’organismo. Certo, non è raro che una dieta detox abbia un menù tanto leggero da portare a una riduzione del peso, dell’adipe e della ritenzione idrica, ma non si tratta dell’obbiettivo principale della dieta.

Un percorso che può, dunque, assumere caratteristiche diverse e articolarsi in un menù da 3, 7 o 15 giorni. Alla base di ogni dieta detox, naturalmente, c’è una modifica del proprio comportamento alimentare, che dovrà prevedere cibi ricchi di acqua, fibre, vitamine e sali minerali. 

Parallelamente, per una dieta detox disintossicante occorre cambiare anche il proprio stile di vita, dedicandosi all’attività fisica, riducendo il fumo e provando ad allontanare lo stress (a proposito, sapete che sono i piedi i primi a segnalarvi un eccesso di tensione?). 

dieta detox alimenti utili

Pexels

Quando fare una dieta detox? 

Imparate a riconoscere il momento giusto per dedicarvi a una dieta detox dimagrante. Quando iniziare? Dopo aver un po’ esagerato con cibo e alcol, naturalmente. Sarà l’organismo stesso a segnalarvene la necessità.

Tutto ciò che dovete fare è cogliere segnali come stanchezza immotivata, pesantezza, difficoltà nel digerire bene, gonfiore e stipsi.

Dieta detox menù: gli alimenti che non devono mancare

Perché la dieta detossinante sia efficace, per prima cosa occorre eliminare gli alimenti che possono peggiorare l’infiammazione. Caffè, tè nero e bevande eccitanti, ma anche patate, pomodori, melanzane, peperoncino e peperoni sono alimenti da dimenticare perché aumentano il livello di tossine presenti nell’organismo. 

Al contrario, alcuni alimenti possono aiutare l’effetto detox della dieta. I vostri migliori alleati? Secondo gli esperti di MioDottore sono solo 7.

  • Tè verde. Ricco di vitamina C, sostanze drenanti, alcalinizzanti e minerali aiuta a combattere radicali liberi e colesterolo. 
  • Alghe. Un concentrato poco calorico con minerali e vitamine. In particolare, le alghe Hijiki contrastano la fragilità dei capelli e le alghe Dulse hanno un’azione antistress. 
  • Semi e germogli. Super food adatti ad aiutare l’intestino e, soprattutto, alleati preziosi per una dieta detox disintossicante. 
  • Cipolla. Drenante e diuretica, ma anche antinfiammatoria, può essere consumata sotto forma di acqua di cipolla o rosolata. 
  • Cavolo cappuccio. Da provare sotto forma di centrifugato, è l’ideale contro le difficoltà digestive. 
  • Acqua di cicoria. Perfetta per ottenere un’azione di intenso drenaggio, ha ottime proprietà diuretiche. 
  • Quinoa. Un cereale proteico a basso indice glicemico e privo di glutine, è l’ideale per sostituire pasta e altri cereali. 

Menù settimanale per la dieta detox

Optare per una dieta detox non significa rinunciare al gusto. Ecco perché il suggerimento di Romina Cervigni, nutrizionista e responsabile scientifico della Fondazione Valter Longo Onlus, è optare per il piatto più trendy del 2022: il pokè. 

dieta detox pokè

Pexels

Una reinterpretazione della classica ricetta hawaiana, che vi permetterà di costruire un menù settimanale detox basato sui migliori alimenti per la disintossicazione. I Longevity Pokè, infatti, uniscono il potere saziante dei cereali alla freschezza delle verdure di stagione e al sapore delle spezie. Senza scordare i benefici che legumi e pesce sono in grado di dare. 

Volete provare una dieta detox in 3 giorni? Affidatevi a un menù semplice e gustoso, arricchito anche da spuntini a base di frutta, verdura o semi oleosi. Il burro di arachidi, ad esempio, può diventare un alleato gustoso per addolcire la frutta. Ricordate anche di non aggiungere condimenti eccessivi, limitandovi a olio extravergine di oliva o succo di limone. 

Esempio di dieta detox per 3 giorni secondo la Fondazione Valter Longo Onlus

Giorno 1

Colazione

1 fetta di pane tostato con crema di nocciole al 100% e un velo di composta (solo zuccheri della frutta) + caffè o tè senza zucchero.

Pranzo

Pokè con riso Venere, gamberetti, edamame e avocado.

Cena

Orata e cipolle al forno e un’insalata di radicchio fresco e olive nere.

dieta detox colazione

Pexels

Giorno 2

Colazione

Frullato fatto con frutta di stagione e latte vegetale senza zuccheri aggiunti, un pugno di frutta a guscio (noci, ecc.) + caffè o tè senza zucchero.

Pranzo

Pokè di riso Basmati, Salmone e Hummus di Barbabietola

Cena

Minestra di bietole con fagioli cannellini e crostini di pane tostato

Giorno 3

Colazione

Porridge freddo: 4 cucchiai di fiocchi di avena mescolati la sera prima a yogurt vegetale e ricoperti di cioccolato fondente al 100% fuso.

Pranzo

Pokè di miglio, Fagioli Rossi, Patate dolci e Spinacino.

Cena

Vellutata di zucca e patate con baccalà.

Amica ©RIPRODUZIONE RISERVATA

[ Fonte articolo: Amica ]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*