Royal Enfield SG650 Concept, progetto 'ritorno al futuro'

0
28

Presentato ad EICMA prototipo pensato per nuova era

Con la presentazione della SG650 Concept, Royal Enfield ha aperto una nuova strada verso il futuro. Il prototipo realizzato dalla casa motociclistica nell’anniversario dei suoi primi 120 anni, è il risultato di una sfida lanciata da Mark Wells, Chief of Design di Royal Enfield, al team di progettazione industriale. Obiettivo, quello di celebrare la transizione. Con la nuova impresa, infatti, il team Royal Enfield si è posto lo scopo di avviare un nuovo percorso creativo, partendo dalla sensibilità stilistica tipica di Royal Enfield per poi proiettarla in una nuova era, che lascia intravedere il possibile futuro del brand.
    “Siamo un’azienda in fase di transizione, che si sta affrancando dall’era analogica – commenta Mark Wells – e stiamo sviluppando nuovi prodotti che, pur mantenendo lo spirito genuino di sempre, sono completamente integrati con il presente digitale. Per sottolineare questo momento, volevamo proporre un progetto che desse al nostro team design la possibilità concreta di lasciare campo libero alla creatività.
   

Lo scopo era realizzare una concept bike unica, che rendesse omaggio alle tante, storiche moto custom Royal Enfield senza rimanere incatenata al passato. Un’interpretazione neo-rétro che rivoluzionasse i potenziali canoni estetici delle Royal Enfield, senza comunque tradire l’iconico DNA dell’azienda”.
    Per accostarsi a questo concept, in Royale Enfield sono partiti dall’immaginare il prossimo futuro, chiedendosi quale posto avrebbe occupato il brand nel futuro, immaginato come una cyber-giungla urbana, satura di neon, in cui vecchio e nuovo dialogano in un groviglio di cemento, metallo, luci accecanti e vicoli oscuri, dove analogico e digitale si intreccia no e fondono. Un modo del tutto diverso, quindi, per trattare l’estetica di una moto Royal Enfield. Molti componenti sono stati prodotti o disegnati singolarmente e in esclusiva assoluta per questa moto. Il serbatoio è stato lavorato dal pieno con una macchina CNC partendo da un unico blocco di alluminio, così come i cerchi con ABS integrato, le pinze dei freni su misura e il doppio disco del freno anteriore. 

[ Fonte articolo: ANSA ]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*