Modelle e outfit Curvy: i best look alle sfilate AI 2021/22

0
28

Sexyness e Diversity. La crasi di due parole definisce la nuova direzione della moda. Dopo un decennio di stile rigoroso e dopo molti di magrezza imposta come canone estetico assoluto, il fashion system si apre a codici femminili dove forme, curve, e fisici morbidi – dalla taglia 44 alla 54 – non solo sono accettati, ma sottolinenano la riappropriazione consapevole del proprio fisico: il desiderio di mostrarlo ed esaltarlo.

modelle curvy-sfilate-autunno-inverno-2021-22

Da sinistra, Jill Kortleve alla sfilata AI 21/22 di Mugler, Ashlei Graham alla sfilata AI 21/22 di Michael Kors, Paloma Elsesser alla sfilata AI 21/22 di Lavin.

“Moda curvy”, siamo abituati a dire come fosse una categoria a sé. E in effetti i brand dedicati alle taglie plus size sono molti e hanno successo, perché sopperiscono alla mancanza di inclusività della moda e offrono taglie difficili da trovare nelle boutique standard (dove spesso è impossibile trovare anche solo una 48). Introdurre modelle di diverse tipologie negli show e nei cataloghi delle collezioni, invece, significa parlare di tendenze con lo stesso linguaggio aspirazionale, attraverso gli stessi canali della moda mainstream, ampliando il raggio del pubblico.

Le modelle curvy più famose

Quello delle top model curvy è un percorso iniziato con Ashley Graham un decennio fa. Ma le sue sparute apparizioni, l’essere una mosca bianca in un mondo di 38, la faceva sentire (e anche apparire) come un’eccezione. Ora, forse anche grazie alla pandemia, la percezione generale del corpo è cambiata. Da una parte, la voglia di agghindarlo per uscire fuori e rivivere l’ebrezza della libertà. Dall’altra, la voglia di accarezzarlo con gli abiti, più che costringerlo, e di assecondarlo, in un rapporto a tu per tu, di confidenza, acquisito durante questi mesi di semi clausura e intimità.

Nel mentre, il numero di modelle di ogni taglia cresce. Quelle che sfilano frequentemente in passerella sono ancora troppo poche – Jill Jortleve, Precious Lee, Paloma Elsesser, oltre a Graham – e spesso calcano il cawalk in solitario (abitudine che si sperava fosse stata spezzata dalle sfilate primavera estate 2021 di Fendi e Versace, dove avevano sfilato fisicità di ogni tipo), ma lanciano un primo segnale positivo a chi cerca negli show canoni estetici in cui identificarsi.

versace-sfilata-modelle-curvy autunno inverno 2021

Precious Lee in passerella per Versace autunno inverno 2021/22.

Il gap tra sfilate e campionario

Resta il problema di trovare disponibilità di taglie sopra la 48 sugli e-commerce delle maison (almeno su quelli italiani). Fattore che denota un gap tra comunicazione d’immagine e campionario reale. I brand americani sono più preparati, anche a causa di esigenze strettamente demografiche. Se in Italia c’è poca richiesta di 50-52-54, il mercato U.S.A. conta una varietà di fisici e taglie molto più ampia. Salvo esaurimento, sull’e-commerce di Ralph Lauren Large, XL e XXL opzioni presenti per ciascun capo e variante colore (ma le modelle di cataloghi e sfilate sono standard). Maestro nell’arte di sottolineare ogni silhouette è Michael Kors: le sue collezioni autunno inverno 2021 e primavera estate 2022 erano un’ode alla femminilità in tutte le sue forme. Abiti fascianti, spacchi, punto vita sottolineato e scolli studiati bene assecondavano senza distinzione silhouette asciutte, morbide e super curvy.

Ecco una Gallery con i look curvy più belli delle sfilate moda autunno inverno 2021.

Amica ©RIPRODUZIONE RISERVATA

[ Fonte articolo: Amica ]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*