Novità sul bonus di 80 euro in busta paga: cosa cambia da luglio 2020

0

Via libera dal Consiglio dei ministri al decreto per il taglio del cuneo fiscale sulle buste paga dei lavoratori dipendenti. Rispetto alle ultime notizie circolate ci sono però delle novità. Il bonus di 80 euro non verrà infatti trasformato in detrazione fiscale: per i redditi fino a 28mila euro lordi il governo ha deciso di mantenere la formula del bonus "limitandosi" ad allargare la platea e ritoccare l'importo: 100 euro anziché 80. 

"Sarebbe stato assurdo cambiare metodo per 6 mesi. Poi dal 2021, con la riforma complessiva Irpef, il bonus verrà definitivamente sostituito" spiegano in una nota i portavoci del M5s in Commissione Bilancio alla Camera. 

Bonus 80 euro, cosa cambia da luglio 2020

Secondo la legge attualmente in vigore, il "bonus Renzi" spetta ai dipendenti nella fascia di reddito compresa tra gli 8.200  ei 24.600 euro. Chi guadagna fino a 26.600 euro ha invece diritto solo a una parte di bonus.

Con il nuovo decreto legge le cose cambiano. In sostanza:

  • A partire da luglio 2020 l’importo del “bonus Irpef” sarà di 100 euro invece che 80. 
  • Il bonus verrà erogato, in misura piena, a tutti i dipendenti nella fascia di reddito compresa tra 8.200 e 28.000 euro. 

Dopo i 28mila euro scatta la detrazione fiscale

"Per i redditi a partire da 28.000 euro, – si legge in una nota di Palazzo Chigi –  si introduce invece una detrazione fiscale equivalente che decresce fino ad arrivare al valore di 80 euro in corrispondenza di un reddito di 35.000 euro lordi. Oltre questa soglia, l’importo del beneficio continua a decrescere fino ad azzerarsi al raggiungimento dei 40.000 euro di reddito".

Bonus in busta paga: tutti gli importi per fasce di reddito

Ricapitolando

  • Da luglio 2002 i lavoratori che guadagnano da 8.200 a 28mila euro lordi avranno un bonus di 100 euro in busta paga. 
  • Chi ha un reddito compreso tra 8.200 e 24.600 euro lordi vedrà il bonus salire di 20 euro (da 80 a 100).
  • Chi ha un reddito compreso tra 24.600 e 26.600 avrà diritto al bonus pieno (100 euro) anziché ad una parte di bonus.  
  • Chi percepisce un reddito da 26.600 euro a 28.000 euro, beneficerà per la prima volta del bonus e avrà un guadagno di 100 euro netti. 
  • Oltre i 28mila ci sarà una detrazione fiscale (pari a 100 euro) che decresce fino ad arrivare al valore di 80 euro in corrispondenza di un reddito di 35mila euro per poi azzerarsi a 40mila.  

Taglio del cuneo fiscale: chi avrà l'aumento di 100 euro in busta paga

[ Fonte articolo: TODAY ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*