Al Teatro Torlonia 'Lettere a Yves', omaggio allo stilista Saint Laurent

0
Al Teatro Torlonia 'Lettere a Yves', omaggio allo stilista Saint Laurent

In scena il 23 gennaio al Teatro Torlonia, nell’ambito di Altaroma, ‘Lettere a Yves’ con Pino Ammendola e Maria Letizia Gorga

Una storia d’amore e di moda. Una storia di baruffe, gelosie e tradimenti, di abbandoni e riappacificazioni. Di estasi e tormenti tra il più grande couturier del Novecento, Yves Saint Laurent e il suo compagno, Pierre Bergè, che dopo la scomparsa dello stilista francese gli ha dedicato un libro ‘Lettres à Yves’. Commovente ed esaltante. Il 23 gennaio, nell’ambito di Altaroma, in scena al Teatro Torlonia ‘Lettere a Yves’, lo spettacolo diretto da Roberto Piana (voce recitante Pino Ammendola, che ‘vestirà’ i panni di Pierre Bergè, accanto a Maria Letizia Gorga).

"); }
else
{ document.write("

 

"); }

“Ogni giorno una lettera indirizzata ad un uomo che non c’è più – ha raccontato all’Adnkronos Pino Ammendola- Una ‘lezione d’amore’ per un’assenza sempre presente. In fondo il ricordo di Yves segue il suo compagno ovunque. Nei giardini di Marrakesh, per esempio, ma anche in tutti quei luoghi dove Saint Laurent non era mai stato. Lui così sedentario e poco incline ai viaggi”. Lo spettacolo sarà accompagnato dalle musiche originali eseguite al pianoforte da Giovanni Monti.

“In fondo quella tra Yves Saint Laurent e Pierre Bergè è una grande storia d’amore – ha aggiunto Pino Ammendola- Una storia di diversità e di accoglienza, di straordinaria complicità tra un grandissimo creativo e la sua ‘ombra’ che attraverso ‘epistole’ struggenti e meravigliose si ostina a mantenere in vita un legame, durato oltre 50 anni, a raccontare il non detto, quello che non era mai riuscito ad esprimere. La scrittura per Pierre Bergè è stato una sorta di panacea – ha ricordato ancora il grande attore italiano- un balsamo provvidenziale per alleviare un dolore immenso. Anche se, in una delle sue confessioni citando il ‘Giardino dei ciliegi’ di Cechov, Pierre Bergè scrive: ‘La vita è passata… Ma è come se non l’avessi mai vissuta’. Lo spettacolo si replica sino al 26 gennaio.

"); }
else
{ document.write("

 

"); }

[ Fonte articolo: ADNKRONOS ]