Boxe donne, Cecilia Braekhus sempre più 'First Lady': ora il match stellare contro Katie Taylor

0

A Montecarlo la pugile da molti definita più forte del momento, ha fornito l'ennesima grande prestazione. Ma a tenere banco sono state le parole del promoter Eddie Hearn, che ha annunciato per la prossima estate un match stellare contro l'irlandese Taylor

"Il futuro è Cecilia Braekhus contro Katie Taylor. Un altro match in primavera, poi in estate ci sarà uno dei più grandi incontri della storia della boxe femminile". La serata pugilistica dello scorso sabato nella splendida cornice del Casinò di Monte Carlo, oltre che su incontri di ottimo livello tecnico (su tutti il mondiale dei welter vinto da Alexander Besputin su Radzhab Butaev in un derby trusso), è ruotata su una frase del capo della Matchroom, Eddie Hearn. Impegnato nell’organizzazione di eventi a tutto tondo (sabato prossimo sarà in Arabia Saudita per la stellare rivincita nel mondiale dei massimi tra Joshua e Ruiz), ha annunciato un evento che, semmai ce ne fosse bisogno, sdoganerà la boxe femminile ad alti livelli.
 
Cecilia Braekhus è ormai un punto di riferimento nei pesi welter. Dopo una brillante carriera dilettantistica, una volta passata professionista ha imposto il suo dominio nella categoria. Ha combattuto 39 volte vincendo sempre, 9 prima del limite. Nella complessità, ma sarebbe meglio dire nel caos, delle varie sigle, la norvegese di origine colombiana ha messo d’accordo tutti. Come ha fatto? Semplice, le ha conquistate tutte (Wbc, Wba, Ibf, Wbo) diventando la sola campionessa. L’ultima esibizione proprio a Monte Carlo, dove la norvegese di origine colombiana (fu adottata quando aveva due anni) si è imposta nettamente ai punti sull’argentina Noelia Bustos. Tipetto tosto l’argentina, sempre all’attacco nel tentativo –vano- di trovare incrinature nella diga imposta dalla campionessa, fatta di jab e combinazioni sintesi di potenza e velocità.
 

Un incontro che ha spiegato perfettamente l’alias di Braekhus: First Lady. Prima donna lo è già anche Katie Taylor, irlandese, ex calciatrice della Nazionale (nel palmares anche un gol all’Italia). Anche lei protagonista di un cammino eccezionale da dilettante e da professionista. Dominatrice nei pesi leggeri, era apparso chiaro come il passaggio nel superleggeri, dove ha subito conquistato il titolo Wbo battendo la dominicana Christina Linardatou Duran, fosse un passo di avvicinamento alla sfida con la First Lady. Se questa avverrà nei welter oppure Braekhus scenderà di un gradino non è ancora dato saperlo. L’unica cosa certa è che il match si farà e la cassa di risonanza mediatica sarà tale da fare invidia, per una volta, a più di un incontro maschile.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.