Suzuki, ad EICMA anteprima supersportiva V-STROM 1050

0

Motore bicilindrico a V d telaio doppia trave in alluminio

Suzuki è protagonista ad EICMA con l’anteprima della V-STROM 1050. Questa moto, proposta in due allestimenti, standard e XT, irrompe nella categoria delle Sports Adventure Tourer con uno stile iconico e un impareggiabile equilibrio tra prestazioni e fruibilità. Ad affiancarla sullo stand ci sono anche due delle moto che hanno ispirato il suo progetto, due DR-Z che evocano l’atmosfera dei raid africani degli Anni 80. Suzuki espone inoltre a EICMA la supersportiva GSX-R1000/R 2020 e il nuovo model year di tutta la gamma moto e scooter, con importanti aggiornamenti nel look. La V-STROM 1050 è la sintesi del processo evolutivo della leggendaria stirpe delle V-STROM, che dal 2002 accompagna i motociclisti negli spostamenti quotidiani come nei viaggi più avventurosi e garantendo piacere di guida e affidabilità. La V-STROM 1050 sviluppa il concept ‘The Master of Adventure’ e porta in una nuova dimensione il collaudato schema con motore bicilindrico a V di 90 gradi e telaio a doppia trave in alluminio.

Suzuki ad Eicma 77

Gli interventi sulla meccanica fanno salire la potenza massima a 107,4 cv, senza far lievitare i consumi e nel rispetto dei severi limiti della normativa Euro 5. Attraverso il Suzuki Drive Mode Selector il pilota può scegliere tre diverse mappature che rendono più pronta o più dolce la risposta del motore all’acceleratore ride-by-wire. Se la linea s’ispira al passato, con il tipico becco Suzuki che si staglia in avanti richiamando la DR-Z delle gare desertiche e la DR-BIG pioniera tra le maxi enduro stradali, la dotazione di bordo è quanto di più moderno offre oggi il mercato. L’emblema di questo primato tecnologico è il Suzuki Intelligent Ride System, che controlla in modo integrato la dinamica della moto. La V-STROM 1050XT, che si pone al vertice dell’offerta Suzuki, è riconoscibile per i cerchi a raggi, inoltre adotta di serie il cruise control, l’assistenza alle partenze in salita Hill Hold Control e i sistemi Load Dependent Control e Slope Dependent Control, che modulano la frenata in funzione del carico e del rischio di sollevamento della ruota posteriore in discesa. Tutti questi dispositivi sono gestiti da una centralina sulla base dei dati raccolti dalla nuova piattaforma inerziale Bosch, che rileva istante dopo istante i movimenti della moto in sei direzioni lungo tre assi. Le stesse informazioni permettono un intervento puntuale anche da parte dell’ABS, dotato di funzione cornering e regolabile su due livelli, e del traction control, che ha invece tre possibili settaggi ed è disattivabile.

Tutti questi sistemi possono essere comandati in modo semplice e intuitivo e sono complementari a una ciclistica a punto, che il pilota può sfruttare al meglio grazie a una posizione di guida comoda e proattiva. Le V-STROM 1050 e 1050XT sono disponibili anche in versione depotenziata da 35 kW per i titolari di patente A2 e possono essere personalizzate a piacere attingendo a un ampio catalogo di accessori originali, che comprende oltre 50 articoli.

[ Fonte articolo: ANSA ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.