Eicma: 'Moto rivoluzionario' sfiora quota 800mila

0

Dell’Orto, evento ancora più competitivo e attrattivo

Dopo gli straordinari successi delle passate edizioni cresce ancora il numero dei visitatori che, sfiorando quota 800mila, hanno preso d’assalto gli otto padiglioni occupati alla Fiera di Milano a Rho da Eicma, la rassegna mondiale delle due ruote. Rivoluzionario quindi non si è rivelato solo il moto che ha innescato l’industria delle due ruote nella sei giorni di Eicma, ma a impressionare quest’anno è stato anche il suo stesso contenitore fieristico per eccellenza. La 77esima Edizione dell’Esposizione Internazionale del Ciclo e Motociclo, che si è chiusa ieri sera, è stata infatti la più rivoluzionaria, innovativa e attrattiva di questa rassegna con più di cento anni di storia.

Tanti, tantissimi quindi gli appassionati che hanno affollato gli otto padiglioni (due in più rispetto allo scorso anno) per scoprire le novità messe in mostra dai 1887 brand presenti (record storico della rassegna: + 47,54% sul 2018 e + 10,29% sul 2017), il 63,86% provenienti dall’estero in rappresentanza di 43 Paesi, e lasciarsi entusiasmare dalle tante novità, dai contenuti delle aree speciali e dallo spettacolo proposto negli spazi esterni.

Un’offerta espositiva a tutto tondo che ha visto quest’anno ampliarsi per la prima volta anche ai più piccoli con il progetto Eicma For Kids, iniziativa che ha regalato a più di mille bambini dai 4 agli 11 anni, l’emozione di provare gratuitamente moto e bici e apprendere i primi rudimenti della sicurezza stradale. Ma l’effetto del “Moto rivoluzionario” si è fermato non si è fermato alle giornate di apertura al pubblico. Da record anche i numeri che riguardano i giorni dedicati agli operatori e alla stampa (martedì e mercoledì) con 43.623 operatori del settore presenti, di cui 23.971 provenienti dall’estero (55%), e 4.053 i giornalisti accreditati, a cui si sommano altri 4.065 tra influencer, tecnici e operatori della comunicazione.

“Molto soddisfatto” dei risultati il Presidente di Eicma Andrea Dell’Orto, che ha elogiato “l’ottimo lavoro della tecnostruttura organizzativa” e ringraziato, con “tutti gli espositori e l’industria delle due ruote, anche i singoli componenti del CdA per aver condiviso e sostenuto il percorso che ci ha portato a questo successo”. “Non era facile – ha aggiunto Dell’Orto – ma dopo questa sei giorni entusiasmante possiamo affermare con orgoglio di essere ancora più attrattivi, più competitivi e imprescindibili per il settore e di aver contribuito a riempire Eicma di novità”.

[ Fonte articolo: ANSA ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.