Mattarella: tutte le istituzioni lavorino al rilancio del Paese

0

Il Capo dello Stato interviene all’assemblea dell’Associazione nazionale dei Comuni italiani: “I Comuni sono la base della Repubblica”

Condividi

“Affrontare consapevolmente il tempo dell’interdipendenza, governandone gli effetti, anche con nuove formule e rimodulando assetti e competenze, vuol dire da un lato coinvolgere tutte le istituzioni, e con esse i corpi intermedi, in un’impresa di rilancio del paese, che tenga insieme innovazione e giustizia, qualità e competitività, effettività dei diritti e coscienza dei doveri di solidarietà”. Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella all’Anci. Dall’altro – ha proseguito il Presidente Mattarella –  vuol dire potenziare l’investimento e la dimensione europea, la sola in grado di renderci protagonisti nei processi globali”.

Sviluppo sostenibile traguardo popolare
“La qualità della vita nelle metropoli, come nei borghi, nelle aree interne e nei territori montani, che può rendere i cittadini davvero partecipi di questa trasformazione, e fare in modo che lo sviluppo sostenibile divenga un grande traguardo popolare” ha aggiunto il Capo dello Stato.

Rilanciare interventi per periferie
“Non potremmo neppure parlare di ‘smart city’ se trascurassimo la necessaria riqualificazione e la sicurezza delle periferie. È quanto mai opportuno, come sostiene l’Anci, che gli interventi in favore delle periferie urbane abbiano un concreto rilancio sul piano nazionale, e che riescano a integrarsi con adeguate misure sociali e di welfare”. Così Mattarella, che aggiunge “i comuni possono fare molto se non lasciati soli”.

I Comuni sono la base della Repubblica
“I Comuni non sono la periferia della Repubblica ma la base della Repubblica”. Così Mattarella per il quale inoltre i Comuni “costituiscono un tratto essenziale della nostra identità nazionale e, posti come sono alle radici dell’ordinamento, lo alimentano in virtù della rappresentatività e della maggiore vicinanza con le concrete comunità di vita. Per questo non può esistere un’efficace strategia pubblica che escluda i comuni o che li tenga ai margini”.

[ Fonte articolo: Rai News ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.