A Hong Kong è morta la seconda persona a causa delle proteste: è un uomo di 70 anni

0

A Hong Kong è morta una seconda persona a causa delle grandi proteste anti-governative che vanno avanti da giugno: è un uomo di 70 anni, le autorità ospedaliere hanno detto che era un pulitore che è stato colpito da un mattone durante gli scontri tra manifestanti pro-democratici e gli abitanti filo-governativi del quartiere. Venerdì scorso un ragazzo di 21 anni era precipitato da un edificio durante gli scontri tra polizia e manifestanti, ed era morto per le ferite.

Sempre oggi il presidente cinese Xi Jinping, che sta partecipando a un incontro internazionale in Brasile, ha definito le proteste «crimini radicali e violenti» che «calpestano gravemente la legge e l’ordine sociale». Xi anche detto che «fermare la violenza e riportare l’ordine è al momento la cosa più urgente da fare». In risposta alcuni manifestanti hanno bruciato in strada bandiere cinesi, bloccato strade e lanciato molotov contro la polizia, che ha risposto con gas lacrimogeni per il quarto giorno consecutivo.

(Anthony Kwan/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

[ Fonte articolo: ilpost ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.