Mondiali di rugby, batticuore Sudafrica: supera il Galles e raggiunge l'Inghilterra in finale

0

Match segnato da molti errori e deciso da un calcio piazzato di Pollard. Finale a Yokohama il 2 novembre

YOKOHAMA – Il Sudafrica supera all'ultimo respiro il Galles (19-16) grazie a una punizione di Pollard, e sabato prossimo affronterà l'Inghilterra nella finale dei mondiali di rugby. Ma 24 ore dopo l'epico successo dei Bianchi sugli All Blacks, quello visto a Yokohama è sembrato a lungo un altro sport, nervoso e segnato dagli errori dei giocatori e pure dell'arbitro. Un primo tempo inguardabile, una ripresa pasticciata però emozionante. E' stata soprattutto una storia di muscoli: i bicipiti degli Springboks, il cuore dei Dragoni. Prima le punizioni, poi una meta trasformata per parte: un pari di cristallo rotto dal calcio di Pollard, conseguenza dello sfinimento gallese. Eddie Jones, diabolico ct dell'Inghilterra, si era augurato un incontro ai supplementari, in modo che il futuro avversario bruciasse più energie possibili: ci è andato vicino. Il campo ha premiato i sudafricani, grandi e grossi ma per nulla brillanti: dovranno cambiare in fretta modulo e mentalità, per mettere in difficoltà il XV della Rosa. Al Galles non resta che la finale per il 3° posto con la Nuova Zelanda: appuntamento venerdì, sempre alle ore 10 italiane.

Wyn Jones: "Orgoglioso di questa maglia"

"Non è stata la nostra giornata, ma sono ancora orgoglioso di indossare questa maglia e rappresentare il popolo rosso", commenta un indomito Alun Wyn Jones, capitano dei Dragoni. Una squadra decimata da troppi infortuni, che durante l'incontro ha perso un paio di pedine fondamentali. Però i gallesi non si arrendono mai: a tenerli a galla ci hanno pensato prima le punizioni di Biggar, poi una coraggiosa ed empatica meta di Adams.

Terza finale per gli Springboks

"Per la nostra squadra questo successo significa tutto", festeggia Siya Kolisi, capitano sudafricano. Gli Springboks, a segno con Pollard su punizione e in meta con de Allende, raggiungono la terza finale della loro storia. Nelle 2 precedenti hanno sempre vinto: nel 2007 superando proprio l'Inghilterra.

Le squadre si prendono a calci

Una partita aspra, tattica, nervosa e dunque farcita d'errori. Brutta. All'inizio più possesso Galles, poi Sudafrica. Maggiore fisicità Springboks, soprattutto in fase difensiva, ma nel primo tempo i punti arrivano solo al piede e da errori avversari. Calcio di Pollard perché Tipuric non rotola via dopo un placcaggio. Poi di Biggar per un fuorigioco di LeRoux. Due volte ancora l'apertura verde: la mischia rossa che crolla, un ingresso laterale di Owens. E Biggar, dopo un placcaggio senza palla su Wainwright. Il Galles è riuscito a limitare i danni, però – già incerottato – ha perso altri due giocatori: il pilone destro Francis, l'ala North.

Adams risponde a de Allende

 Nella ripresa Biggar riesce a pareggiare, dopo che i sudafricani fanno crollare una rolling maul gallese. Quando de Allende rompe l'equilibrio, marcando una meta complice un mancato placcaggio dell'apertura rossa, la partita sembra prendere una direzione chiara. Ma i Dragoni replicano con Adams, dopo la coraggiosa scelta del capitano di rinunciare a 3 punti sicuri per giocare una mischia ordinata sotto i pali avversari: Patchell trasforma. L'azione decisiva arriva a 4' dal termine, quando Carre fa crollare la mischia dei Boks e Pollard non perdona dalla piazzola.

Galles-Sudafrica 16-19 (6-9)
Marcatori: 13', 20' e 34' pt cp Pollard, 17' e 39' cp Biggar; 5' st cp Biggar, 16' meta de Allende tr. Pollard, 24' meta Adams tr. Halfpenny, 36' cp Pollard.

Galles: Halfpenny – North (39' pt Watkin), Jonathan Davies, Parker, Adams – Biggar (17' st Patchell), Garteh Davies (7' st Williams) – Moriarty, Tipuric, Wainwright (28' st Shingler) – Wyn Jones, Ball (19' st Beard) – Francis (35' pt Lewis), Owens (32' st Dee), Jones (15' st Carre).
Sudafrica: Le Roux (29' st Steyn) – Nkosi, Am, de Allende, Mapimpi – Pollard, de Klerk – Vermeulen, du Toit, Kolisi (29' st Louw) – de Jager (18' st Mostert), Etzebeth (13' st Snyman) – Malherbe (7' st Koch), Mbonambi (7' st Marx), Mtawarira (7' st Kitshoff). A disposizione: Jantjies.
Arbitro: Garcès (Fra)

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.