Hong Kong, scontri con la polizia nelle proteste per morte studente

0
Hong Kong, scontri con la polizia nelle proteste per morte studente

(Afp)

La polizia è intervenuta con i gas lacrimogeni a Hong Kong per disperdere i partecipanti alle veglie e alle proteste seguite alla morte del 22enne Chow Tsz-lok, studente manifestante deceduto dopo essere caduto da un parcheggio in una zona dove la polizia era intervenuta con i lacrimogeni per disperdere una precedente manifestazione.
La morte del ragazzo ha suscitato proteste e rabbia nei confronti della polizia. Le veglie pacifiche sono degenerate in scontri all’arrivo della polizia con urla (“Assassini”) e lanci di pietre ed altri oggetti contro gli agenti.

"); }
else
{ document.write("

 

"); }

Chow Tsz-lok è morto per arresto cardiaco, hanno confermato dalla Hong Kong Hospital Authority. Secondo i media locali, il ragazzo lottava tra la vita e la morte da lunedì mattina. Il South China Morning Post ha scritto della caduta del giovane dal terzo al secondo piano del parcheggio Sheung Tak Estate a Tseung Kwan O dopo scontri tra la polizia e i manifestanti che portano avanti da quasi sei mesi la loro protesta.

La polizia ha confermato che il 22enne Chow, che era al secondo anno nella Facoltà di Scienza e Tecnologia dell’Università di Hong Kong (Hkust), è stato ritrovato a circa 120 metri dal luogo in cui sono stati usati i lacrimogeni per disperdere i manifestanti. Molti giovani sono convinti che Chow stesse fuggendo dai lacrimogeni quando è caduto. Un portavoce dell’amministrazione locale ha espresso “profondo dolore e rammarico” per quanto avvenuto.

"); }
else
{ document.write("

 

"); }

[ Fonte articolo: ADNKRONOS ]