Prende a schiaffi l'ex moglie e le sfonda il timpano, poi la chiude in casa per evitare la denuncia 

0

A suon di schiaffi ha sfondato il timpano all'ex moglie, poi l'ha chiusa a chiave in casa così da impedirle ricorrere alle cure mediche e denunciarlo alle autorità. Violenze quelle risalenti alla fine dello scorso mese di settembre in conseguenze delle quali, al termine delle indagini, i carabinieri della stazione di Castelnovo di Sotto hanno denunciato l'uomo, un 58enne residente a Castelnovo di Sotto alla Procura reggiana per i reati di lesioni personali aggravate e sequestro di persona.

Reggio Emilia, prende a schiaffi l'ex moglie e le sfonda il timpano

La Procura, condividendo con le risultanze investigative dei carabinieri, ha richiesto e ottenuto dal gip del Tribunale di Reggio Emilia, l'applicazione nei confronti dell'uomo, della doppia misura cautelare di allontanamento dell'uomo dalla casa e del divieto di avvicinamento all'ex moglie, una operaia 41enne, prescrivendogli di non avvicinarsi a più di 150 metri da tutti i luoghi frequentati dalla stessa e vietandogli di comunicare con la stessa. Pesanti come un macigno le accuse contestate all'uomo che è accusato di lesioni personali aggravate perché nel corso di un litigio, nato per futili motivi, la prendeva a schiaffi all'altezza del viso e della guancia destra ed afferrandola per la gola le cagionava lesioni personali consistite in contusione al volto e perforazione del timpano con una prognosi di 30 giorni.

Reggio Emilia, l'uomo è accusato anche di sequestro di persona 

Accusa a cui si deve aggiungere quella di sequestro di persona perché avvalendosi del figlio minore gli faceva chiudere la porta di casa dall'esterno e togliendo la chiave impediva alla donna di uscire e quindi di ricorrere alle cure per alcune ore e comunque sino all'arrivo dei carabinieri di Castelnovo Sotto allertati dal 112 a cui era giunta segnalazione da parte della vittima. Gravi condotte delittuose quelle accertate a carico del 58enne che hanno portato alla sua denuncia con la Procura che, condividendo con gli esiti investigativi, ha richiesto e ottenuto dal Gip del Tribunale reggiano, l'odierno provvedimento di natura cautelare che è stato eseguito dai carabinieri di Castelnovo Sotto.

[ Fonte articolo: TODAY ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.