La remuntada della Lazio sull'Atalanta

0
La remuntada della Lazio sull'Atalanta

Immagine di repertorio (Fotogramma/Ipa)

Primo tempo show dell’Atalanta all’Olimpico contro la Lazio, tre gol e biancocelesti annichiliti. Poi nella ripresa reazione d’orgoglio della squadra di Inzaghi che trova a sua volta tre gol chiudendo in recupero la sfida sul 3-3. La squadra di Gasperini getta al vento la vittoria che l’avrebbe portata ad agganciare la Juventus in vetta alla classifica, fallendo varie occasioni per il definitivo colpo del k.o. Con questo pareggio l’Atalanta sale al terzo posto con 17 punti, mentre la Lazio si porta a 12 punti e aggancia la Roma al quinto posto.

"); }
else
{ document.write("

 

"); }

Inzaghi per la gara con l’Atalanta si affida al 3-5-2 con Immobile e Correa in avanti e Marusic con Lulic sugli esterni. Milinkovic-Savic, Luis Alberto e Parolo a centrocampo. In difesa Luiz Felipe, Acerbi e Radu. Gasperini, senza Zapata infortunato, risponde con un 3-4-2-1 con Gomez e Malinovskyi dietro l’unica punta, Luis Muriel. A centrocampo Pasalic e Freuler con Hateboer e Gosens esterni. Toloi, Palomino e Masiello a difesa di Gollini.

La partenza dell’Atalanta è il turbo: al 2′ conclusione di sinistro da fuori di Malinovskyi ma la palla termina alta di poco. Subito dopo lo stesso Malinovskyi serve in area Pasalic ma il sinistro viene bloccato da Strakosha. Al 12′ grande occasione per l’Atalanta. Azione tutta di prima con Strakosha che si supera su Pasalic. Poco dopo Gomez serve in area Muriel che spreca calciando a lato con il sinistro. Il gol è però nell’aria e arriva al 23′: tacco di Pasalic per Gosens che si inserisce e serve in area Muriel che con il destro non da’ scampo a Strakosha.

La Lazio accusa il colpo e rischia in contropiede ma la conclusione finale di Muriel termina sul fondo. Al 28′ l’Atalanta raddoppia. Punizione dalla sinistra di Muriel, nessuno la tocca e la sfera si insacca sul secondo palo. I bergamaschi ancora pericolosi prima con un sinistro da fuori di Gomez e poi con una punizione di Malinovskyi che Strakosha respinge. Al 37′ arriva il tris: Parolo lancia, Pasalic intercetta e serve in area Gomez che con il sinistro segna ancora. La reazione dei biancocelesti si limita a Immobile che gira di testa sul fondo al 41′ un cross di Milinkovic.

Nella ripresa la squadra di Inzaghi entra in campo con un altro piglio. Al 53′ ci prova Immobile ma Gollini salva, anche se l’attaccante della Lazio era in posizione di fuorigioco. Al 65′ lancio in area per Immobile che da ottima posizione calcia alto. Ma la reazione c’è e al 69′ arriva il gol. L’arbitro Rocchi fischia un rigore per la Lazio per un pestone di Palomino su Immobile. L’attaccante dal dischetto non sbaglia e fa 1-3. Passa un minuto e la Lazio va ancora in rete: verticalizzazione per Correa che si inventa un gol pazzesco all’incrocio dei pali. La Lazio ora crede nel pareggio e pressa a tutto campo. Prima ci prova Cataldi al volo ma il pallone termina altissimo, poi Milinkovic-Savic controlla e ci prova di prima intenzione ma anche lui fuori misura. L’Atalanta non riesce più a contenere la Lazio.

Al 78′ gran destro a giro di Luis Alberto e Gollini in tuffo devia in angolo. L’Atalanta prova a reagire in contropiede e all’80’ Ilicic serve Gosens che al volo calcia sul fondo. Poco dopo ci prova Malinovskyi dal limite ma la palla sfiora il palo alla sinistra di Strakosha. Finale caldissimo con l’Atalanta che sfiora il quarto gol, ma è provvidenziale il salvataggio sulla linea su tiro a botta sicura di Toloi, dopo che Strakosha aveva salvato su Gomez. Ma la beffa per l’Atalanta arriva al 93′: de Roon stende Immobile in area. Ancora calcio di rigore che l’attaccante napoletano non sbaglia, segna la sua personale doppietta e regala un insperato 3-3 ai biancocelesti.

"); }
else
{ document.write("

 

"); }

[ Fonte articolo: ADNKRONOS ]