"Diamogli  un nome" festa al lago di Roma

0

Al parco dell’ex Snia concerti, spettacoli per “aiutare la natura a resistere alla cementificazione”

Diamo un nome al lago ex Snia, l’unico bacino idrico naturale di Roma, all’interno dell’anello del GRA. Sarà questo uno dei momenti clou della giornata definita “di festa e di lotta” che animerà, Domenica 13 ottobre, tutto il parco autogestito del lago nato circa 30 anni fa tra largo Preneste e via di Portonaccio a Roma.

La giornata, organizzata dal Forum Parco delle Energie, sarà ricca di iniziative con momenti di intrattenimento, spettacoli teatrali e l’esibizione di alcuni gruppi musicali tra cui gli Assalti frontali autori della canzone ‘Il lago che combatte‘ insieme al Muro del canto. 

I tre nomi da votare per dare un nome al lago sono ‘Lago Snia Viscosa’ (dal nome della grande fabbrica di finta seta ottenuta dalla cellulosa di cui nell’area del parco restano i ruderi), ‘Lago Bullicante’ (dal nome delle risorgive di acqua sulfurea che quando l’area era ancora campagna romana si trovavano lungo l’attuale via Acqua Bullicante) e ‘Lago Preneste’ (dal nome dell’antica città di Preneste con il suo tempio della Fortuna Primigenia e il profondo pozzo di acqua sacra per gli oracoli). Saranno tutti quelli che parteciperanno alla giornata a poter esprimere un voto.

ASCOLTA IL PODCAST ‘A ROMA È NATO UN LAGO E RESISTE’ di Martino Iannone

In serata ci sarà uno spettacolo di burattini sulla storia fantastica del lago realizzato dalla Compagnia Mangiafuoco – Teatro dei Burattini Roma, dal titolo Bullicante. Per tutta la giornata saranno raccolti contributi per sostenere l’apertura quotidiana, le attività e la manutenzione del Lago.

“La manifestazione promossa  – sottolineano gli organizzatori – è interamente autofinanziata e autorganizzata, è realizzata senza ricorrere a sponsor o finanziamenti istituzionali, con il lavoro volontario”.  “Il coinvolgimento popolare – rilevano – è la prima garanzia e legittimità che il lago non cada in nuove speculazioni. Si vuole invece che sia pienamente riconosciuto e tutelato il valore ecosistemico di questo luogo e il suo straordinario processo spontaneo di rinaturazione ancora in corso. La Regione Lazio, il Comune di Roma, il Demanio, dall’esproprio del 2014 ancora non hanno dichiarato tutta l’area Monumento Naturale che è il nostro primo obiettivo per la salvaguarda dello spazio. Nessun finanziamento è stato mai stanziato. Questa giornata è importante per raccogliere i fondi necessari a tenere aperto il lago, al meglio, per tutti, dalla mattina al tramonto, ogni mese, con Faty e Mamour due senegalesi custodi storici. Sarà una gioia sentire l’acqua respirare insieme al quartiere, con attenzione a particolari importante e in sintonia con il paesaggio che ci circonda partendo dalle nostro agire: partecipiamo evitando di generare troppi rifiuti inutili, non usiamo prodotti di plastica monouso e scegliamo di muoverci possibilmente in gruppo, con mezzi meno inquinanti, come il treno, l’autobus, il tram o meglio ancora, senza il minimo impatto sull’ambiente quindi con la bicicletta o le nostre gambe, se possiamo scegliere”. 

Lo slogan della giornata sarà: “Il lago è un tesoro. Vieni a prenderti il tuo pezzo di felicità”.

[ Fonte articolo: ANSA ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.