Arrestato Xavier Dupont de Ligonnès, il «mostro di Nantes» fermato dopo 8 anni di latitanza

0

Dal nostro corrispondente
PARIGI — È stato solo l’ennesimo, il più clamoroso dei tanti falsi avvistamenti di un uomo scomparso da otto anni e sospettato di avere ucciso moglie e quattro figli. I risultati del test Dna hanno stabilito che l’uomo arrestato venerdì sera a Glasgow non è Xavier Dupont de Ligonnès, l’uomo che ha fatto perdere le tracce nell’aprile 2011 ed è sospettato di avere ucciso con colpi di fucile alla testa, fatto e pezzi e nascosto nel giardino sotto la terrazza di casa a Nantes la moglie Agnès, 48 anni, i quattro figli Arthur (21), Thomas (18), Anne (16) e Benoît (13) e i due cani labrador di famiglia. La notizia dell’arresto venerdì sera era stata vissuta in Francia e anche all’estero con enorme clamore, con edizioni speciali di radio e tv e tutta la prima pagina del Parisien, il primo giornale a dare l’informazione che sembrava lo scoop del secolo. Più fonti della polizia francese in serata avevano confermato all’Agence France Presse e agli altri media che l’uomo arrestato in Scozia era Xavier Dupont de Ligonnès, perché le impronti digitali coincidevano benché il volto fosse irriconoscibile grazie – si pensava – a operazioni di chirurgia plastica. Tutto sbagliato, è stato un falso allarme.

[ Fonte articolo: Corriere ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.