Giornalista russa arrestata in Iran per spionaggio per conto di Israele: rischia 10 anni di carcere

0

La donna aveva lavorato a Teheran per anni e poi era tornata in Russia

Condividi

La giornalista russa Yulia Yuzik è stata arrestata a Teheran con l’accusa di essere una spia d’Israele. La donna ha lavorato per anni come corrispondente dei mass media russi a Teheran, poi è tornata in patria.

Qualche giorno fa ha avuto un invito per motivi professionali e si è recata di nuovo a Teheran. All’arrivo all’aeroporto però i pasdaran le hanno sequestrato il passaporto, promettendo di restituirglielo alla partenza. La sera stessa invece hanno fatto irruzione alla sua camera dell’albergo, portandola in prigione. La donna è accusata di essere una spia per conto d’Israele. Secondo un rappresentante dell’Unione dei Giornalisti russi, a insospettire gli iraniani sarebbero stati alcuni visti d’ingresso in Israele sul passaporto della donna.

Negli ultimi anni Yulia Yuzik si era occupata di giornalismo investigativo, pubblicando due libri: “Fidanzate di Allah” sulle donne kamikaze e “Vocabolario di Beslan”, libro di interviste agli ostaggi sopravvissuti ai terroristi ceceni.

[ Fonte articolo: Rai News ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.