Ecco l'hashtag perfetto

0
Ecco l'hashtag perfetto

(Afp)

Come si sviluppa una vincente campagna con un hashtag? Creare il perfetto hashtag, infatti, è sia un’arte che una scienza. A fornire qualche consiglio, in occasione dell’#HashtagDay per celebrare il 12° compleanno dell’hashtag, è Twitter. Ecco, quindi, alcuni pratici consigli su cosa fare e cosa non fare. Innanzitutto, le cose da fare.

"); }
else
{ document.write("

 

"); }

– Realizza un hashtag corto, distintivo e facile da ricordare. Cerca di prevenire il più possibile eventuali errori di battitura, che renderebbero introvabili i tuoi tweet.

– Svolgi prima delle ricerche. Controlla gli hashtag associati al tuo brand ed eventualmente ‘capitalizza’ ciò che è stato già utilizzato. Assicurati di verificare se l’hashtag desiderato è già in uso.

– Ragiona su come declinare l’hashtag anche in altri contesti, per unificare il tuo messaggio e lavorare in coerenza su tutti i canali (retail, packaging, cartelloni pubblicitari, altri social, etc).

– Sii realistico. Non aspettarti che le persone inizino ad usare spontaneamente il tuo hashtag se non si inserisce naturalmente in un contesto coerente più ampio o se non vi è alcun incentivo per farlo.

– Dai alle persone una ragione per utilizzare il tuo hashtag. Che si tratti di un vero premio o di un semplice riconoscimento sotto forma di retweet, il tuo pubblico risponderà meglio se si tratta di una relazione di reciproco vantaggio.

– Collabora con influencer che possono aiutarti ad ottenere visibilità per il tuo hashtag.

Ecco, invece, cosa non fare:

– Non esagerare con gli hashtag. Uno o due hashtag rilevanti per tweet è sufficiente. Ricorda che c’è un limite di caratteri da rispettare.

– Non cercare di tradurre per forza lo slogan del tuo brand in un hashtag. L’hashtag è pensato per essere inclusivo, condivisibile e facilmente rilevabile. Se non si adatta in modo naturale a un Tweet, sembrerà forzato e l’effetto sarà controproducente.

– Non aspettarti che le persone utilizzino il tuo hashtag senza alcuna motivazione o incentivo. I migliori hashtag hanno la capacità di attirare le persone e generare curiosità.

– Non utilizzare tutte lettere maiuscole. A meno che non si tratti di un acronimo, il caps lock farà sembrare il vostro tweet ‘gridato’.

"); }
else
{ document.write("

 

"); }

[ Fonte articolo: ADNKRONOS ]