Mentana "buca" il momento della fiducia al Senato e si infuria in diretta su La7

0

Negli ultimi anni non c'è stata crisi di governo o elezione che non sia stata seguita in diretta dall’ormai celebre #maratonamentana. Il format inventato dal direttore del Tg di La7 è diventato con il tempo un appuntamento imperdibile per addetti ai lavori ed appassionati di politica, merito soprattutto del talento induscutibile di Enrico Mentana nel raccontare i fatti man mano che accadono. A volte anche improvvisando. In occasione del voto sulla Brexit Mentana è stato capace di andare avanti per nove ore e quaranta, dalle 21.20 di sera alle 7 di mattina.

Ma anche ad un professionista come lui può capitare la giornata storta. Prova ne è ciò che è accaduto ieri in occasione del voto di fiducia in Senato. Come racconta 'Giornalettismo', il direttore è stato infatti beffato da uno spot di troppo. Dopo aver trasmesso per ore le immagini in diretta dall’aula (commentandole come di conseueto con gli ospiti in studio), la rete ha infatti mandato in onda la pubblicità poco prima della proclamazione dei risultati del voto in aula. E così, quando Maria Elisabetta Alberti Casellati ha preso la parola per annunciare che il Senato aveva accordato la fiducia al nuovo governo, La7 non stava trasmettendo in diretta. Inutile dire che il giornalista non l’ha presa bene.

"Ci colleghiamo con il Senato – ha detto Mentana con tono polemico alla fine dello spot – perché in realtà la fiducia è già stata data e i senatori si congratulano con il presidente Conte: quella di non interrompere la pubblicità è stata una scelta che mi ha fatto arrabbiare non poco e che ha fatto arrabbiare anche voi. Evidentemente, non gli andava di interrompere la pubblicità".

E dire che poco prima il direttore aveva avvertito la regia: "Andiamo in pubblicità adesso e la interrompiamo se vediamo che si approssima la proclamazione. Però attenzione …"

Video da Twitter. 

[ Fonte articolo: TODAY ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.