L'export tedesco sorprende i mercati. Piazza affari guidata dai petroliferi

0
Condividi

di Fabrizio Patti Sui mercati c’è già un clima di attesa per le decisioni che Banca centrale europea prenderà nella sua riunione di giovedì. Le misure di stimolo potrebbero comprendere un nuovo piano di acquisti di titoli. Gli analisti si attendono anche strumenti che evitino una penalizzazione per le banche e per i depositanti di tassi di interesse negativi. 
In Europa l’apertura delle borse è leggermente positiva: Milano +0,30%, Francoforte +0,33%, Parigi +0,03%, Londra +0,41%. 
In Cina intanto la banca centrale ha annunciato che saranno richieste minori riserve di capitale agli istituti di credito, questo ha contribuito alla salita della borsa di Shanghai, +0,84%, nonostante i dati negativi dell’export: -16% quello in agosto dalla Cina agli Stati Uniti.
Positive oltre attese invece le cifre delle esportazioni della Germania a luglio: sono aumentate dello 0,7% su base mensile (da -0,1%), mentre le importazioni hanno registrato un decremento dell’1,5% (da +0,7%). 

Lo spread il btp italiano e il bund tedesco si mantiene stabile a 151 punti base, con un rendimento del Btp allo 0,88%, 92 punti base in meno rispetto a un mese fa.
Nel Ftse Mib, il paniere dei principali 40 titoli quotati alla borsa di Milano, le migliori performance sono quelle di Eni e Saipem: salgono dell’1%, seguendo una crescita del prezzo del petrolio della stessa percentuale. I titoli più in rosso Atlantia (-0,73%) e Recordati (-1,58%). Tra i settori, +0,60% per quello bancario, -0,21% per le utilities. 

[ Fonte articolo: Rai News ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.