Marta Cartabia, chi è il possibile premier del nuovo governo: "Prima donna a Palazzo Chigi"

0

Marta Cartabia è tra la rosa dei possibili premier alla guida di un nuovo governo M5s-Pd. Giudice della Corte costituzionale, sarebbe in quel caso la prima donna a diventare presidente del Consiglio in Italia. L’ipotesi è rimbalzata sui quotidiani di oggi alle prese con mille e più indiscrezioni nel clima infuocato della crisi di governo e sul suo profilo, suggerito pare fortemente dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, Partito Democratico e Movimento 5 Stelle potrebbero convergere.  

Classe 1963, nata a San Giorgio su Legnano, Marta Cartabia è giudice della Corte Costituzionale dal 2011, nominata dall’allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Nel 2014 è diventata vicepresidente della Corte Costituzionale.

Marta Cartabia, biografia e curriculum della possibile prima donna premier in Italia

Cartabia si è laureata con lode in giurisprudenza all’Università di Milano nel 1987 con una tesi dal titolo “Esiste un diritto costituzionale europeo?”: relatore Valerio Onida, futuro presidente della Corte costituzionale. Dopo la laurea, Cartabia ha proseguito il proprio percorso con un dottorato di ricerca presso l’istituto universitario europeo di Fiesole e una specializzazione sui temi della giustizia costituzionale comparata all’Università di Aix-Marseille, insieme ad attività di ricerca all’estero, in particolare negli Usa (dopo la laurea è stata research fellow all'University of Michigan Law School di Ann Arbor sotto la direzione dei professori J. H. H. Weiler e T. Sandalow).

Ricercatrice di diritto costituzionale all’università di Milano da 1993 al 1999, fra il 1993 e il 1995 ha svolto le funzioni di assistente di studio presso la Corte costituzionale. Professore associato (1999-2000) e ordinario (2000-2004) di istituzioni di diritto pubblico presso l'Università degli Studi di Verona, dal 2004 Marta Cartabia è professore ordinario di diritto costituzionale presso l'Università degli Studi di Milano-Bicocca, dove è anche stata titolare del corso Jean Monnet in diritto costituzionale europeo (2005 – 2008). Ha insegnato in numerosi atenei, in Italia e all'estero, tra cui Tours, Tolone, San Sebastián, Eichstätt. È stata Inaugural Fellow allo Straus Institute for Advanced Study in Law and Justice (New York University), diretto da Joseph H.H. Weiler.

Marta Cartabia, giudice della Corte costituzionale dal 2011

È anche Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana. Giudice della Corte costituzionale dal 2011, come si è detto, Marta Cartabia è stata la terza donna in assoluto ad essere nominata alla Consulta, dopo Fernanda Contri e Maria Rita Saulle ed è tra i più giovani giudici mai nominati.

Ha incarichi di direzione in numerose riviste di settore nazionali e internazionali ed è tra i fondatori, nonché co-direttore, di Italian Journal of Public Law la prima rivista giuridica italiana interamente in lingua inglese. È inoltre membro dell'Associazione italiana dei costituzionalisti e dell'Inaugural Society's Council di ICON·S – The International Society of Public Law e nel 2018, è tra i fondatori dell'Italian Chapter di ICON·Sdi cui è co-presidente.

marta cartabia mattarella ansa-2

(Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, con il vice presidente della Corte Costituzionale, Marta Maria Cartabia, in occasione della "Giornata in ricordo di Piero Alberto Capotosti, Presidente Emerito della Corte Costituzionale", in una immagine del 09 luglio 2015. ANSA/PRESIDENZA REPUBBLICA/ANTONIO DI GENNARO)

Consultazioni, è il giorno dei "big": trattativa M5s-Pd in salita, Zingaretti alza già l'asticella 

[ Fonte articolo: TODAY ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.