Baseball, rimonta mozzafiato: la Fortitudo vola in finale

0

Gara5 di semifinale con incredibili emozioni. La Parma Clima di Casanova in vantaggio 4 a 1 a cinque out dal trionfo, subisce il fuoricampo di Marval, i punti di Vaglio e Grimaudo per il sorpasso (5-4) e fa harakiri al nono con il punto del 5 pari in canna. Espulso il manager Ducale Poma

L'UnipolSai Fortitudo Bologna raggiunge San Marino come seconda protagonista dell'Italian Baseball Series, piegando Parma in una gara5 dalle emozioni forti, caratterizzata dagli errori degli uni e degli altri, da un'incredibile rimonta finale, da un'ingenuità offensiva del Parma Clima che butta via l'eventuale prolungamento. Rivero e Casanova si confermano granitici protagonisti sul mound, ma il venezuelano di casa, pizzicato dalle mazze gialloblu, va sotto a causa di tre errori di fila, con due out e basi piene, due dell'interbase Usa Polonius e uno del terza base Ferrini, che consentono ai Ducali di scavare un solco importante e di consegnare al gigante cubano una dote da difendere di 4 punti. Casanova in effetti tiene per otto riprese, quando l'interbase Mercuri fallisce un lancio in prima base e Ferrini è salvo in prima.

Sotto 4 a 1, svantaggi del genere non sono mai stati colmati nel corso della serie, con un uomo in prima e a 5 eliminati dalla disfatta, Bologna si aggrappa alla solida mazza del suo miglior attaccante Osman Marval che scaraventa fuori la palla del 3 a 4 riaccendendo gli animi felsinei. Vaglio batte valida, Paz lo spinge in seconda e quel leader silenzioso che è Alessandro Grimaudo spara il doppio del 4 a 4 per poi andare a segnare il punto del sorpasso su valida del pinch hitter Fuzzi. 5-4 ma non è finita. Parma ha la reazione d'orgoglio attesa, Gouvea, impeccabile rilievo all'ottavo, concede base su ball e Frignani non si fida. Chiusura affidata a Perakslis. E qui va in scena l'errore che è fatale a Parma. Prrakslis assiste malamente Polonius che per evitare guai peggiori cade ai piedi di Flisi, salvo in seconda. Ma il pinch runner si stacca dal cuscino di seconda base e viene eliminato, cosa che sfugge all'arbitro di seconda ma non agli altri. L'eliminazione tardiva del giocatore, oltre a spingere Bologna a un solo out dall'impresa, fa saltare i nervi al manager Poma, espulso. Lo strike out di suo figlio Sebastiano ad opera di Perakslis fissa il finale sul 5-4. Con gioia infinita dei tricolori uscenti, direttamente proporzionale allo sconcerto di una Parma Clima coraggiosa e sfortunata.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.