Accordo Tim Brasil e Vivo

0
Accordo Tim Brasil e Vivo

(Fotogramma)

Tim Brasil e Vivo, il brand di Telefonica in Brasile, hanno firmato un accordo sulle infrastrutture di rete, che prevede “l’intenzione di condividere la rete 2G E la rete 4G in 700 MHz”. I due gruppi “esploreranno anche opportunità̀ di efficienza e riduzione dei costi di manutenzione e gestione della rete”, spiega una nota. L’accordo tra Tim e Telefonica in Brasile sulla rete sembra replicare quanto sta facendo il gruppo in Italia con Vodafone, con cui è ancora al lavoro su un’intesa e un progetto definitivi per condividere gli apparati delle reti e creare un’unica società delle torri in vista dello sviluppo del 5G. Anche in Brasile, a partire da questo Memorandum, le due società lavoreranno insieme nei prossimi novanta giorni “ai dettagli del piano di condivisione delle infrastrutture che, una volta completato, sarà sottoposto all’approvazione delle autorità”. La previsione delle due società è di migliorare ulteriormente “la qualità dei servizi offerti ai propri clienti e ottenere importanti efficienze nell’allocazione degli investimenti e dei costi operativi” e il documento è “in linea con le sfide legate all’ottimizzazione dell’uso dell’energia e degli spazi pubblici, secondo le migliori pratiche internazionali, e indirizza il processo di digitalizzazione sostenibile in Brasile, un paese di dimensioni continentali”. Tim e Telefonica “valuteranno anche l’estensione della cooperazione ad altre tecnologie” per quanto riguarda il Brasile. Secondo Christian Gebara, ceo di Vivo, l’obiettivo dell’iniziativa è “migliorare l’esperienza del cliente, liberando le risorse per investimenti nelle tecnologie del futuro”. “In un momento in cui la domanda di dati cresce in modo esponenziale, stiamo cercando un miglioramento nell’esperienza dei clienti e la riallocazione delle risorse verso nuove tecnologie come 4G, 4.5G e Fibra”. Pietro Labriola, ceo di Tim Brasil, osserva: “La condivisione delle infrastrutture è la soluzione industriale cruciale per lo sviluppo delle telecomunicazioni nel Paese, con l’obiettivo di introdurre le nuove tecnologie. L’accordo siglato oggi rappresenta un’iniziativa strategica che incrementa la velocità di implementazione della rete, riducendone costi e impatti”.

"); }
else
{ document.write("

 

"); }

"); }
else
{ document.write("

 

"); }

[ Fonte articolo: ADNKRONOS ]