Scherma, Mondiali: azzurri, che delusione. Mai così male dal 1987

0

L'Italia chiude le prove individuali con appena 4 bronzi. Era da 32 anni che non saliva sui primi due gradini del podio. Ora tocca alle squadre salvare la spedizione

BUDAPEST – In attesa delle gare a squadre, è sorprendentemente negativo il bilancio azzurro ai mondiali di scherma, in corso di svolgimento a Budapest. L'Italia, per la prima volta dal 1995, non ha conquistato alcun titolo nelle prove individuali. Ed era dal 1987 che non vinceva né ori né argenti. Non certo un buon segnale a un anno dalle Olimpiadi di Tokyo. Nella sesta giornata sono stati eliminati prima delle semifinali Rossella Gregorio nella sciabola femminile e i fiorettisti Daniele Garozzo e Andrea Cassarà. L'azzurra è stata battuta agli ottavi dalla ungherese Anna Marton (8-15), mentre per quanto riguarda gli altri due italiani in pedana, Garozzo è stato eliminato sempre agli ottavi proprio da Cassarà (10-15) poi costretto a inchinarsi ai quarti al russo Zherebchenko (6-15).

Ora si spera nelle squadre

In una giornata che non muove il medagliere azzurro (fermo a 4 bronzi) le buone notizie arrivano dalle squadre, in particolare la spada femminile che all'ultimo assalto riesce a centrare i quarti e alimenta le chance di qualificazione olimpica. Le spadiste (Mara Navarria, Rossella Fiamingo, Federica Isola ed Alice Clerici) hanno battuto prima la Thailandia per 45-28 e poi la Germania, al minuto supplementare, grazie alla stoccata del 29-28 messa a segno dalla catanese. Domani le ragazze del ct Sandro Cuomo riprenderanno il filo affrontando la Georgia. In precedenza, il quartetto degli sciabolatori (Luca Curatoli, reduce dal bronzo individuale, Gigi Samele, Enrico Berrè ed Aldo Montano) ha affrontato e vinto per 45-14 il primo match di giornata contro la Repubblica Ceca e poi, a seguire, agli ottavi, ha sconfitto l'Ucraina per 45-32. Domenica esordiranno altre due squadre: il 'dream team' del fioretto femminile (Elisa Di Francisca, Arianna Errigo, Francesca Palumbo e Alice Volpi) e gli spadisti (Andrea Santarelli, Enrico Garozzo, Marco Fichera e Gabriele Cimini) con i primi due turni del tabellone ad eliminazione diretta.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.