Tridico: 'Beneficiari Quota 100 il 30% in meno delle previsioni'

0

‘Beneficiari Quota 100 30% in meno del previsto’

“Il bilancio dell’Istituto è unico”, ma una riflessione anche solo di trasparenza contabile è necessaria al fine di rendere edotti cittadini, opinion leader oltre che legislatori e policy maker, della reale spesa pensionistica e di quella assistenziale finanziata non con i contributi dei lavoratori ma con la fiscalità generale e con i trasferimenti dello Stato”. Così il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, introducendo il Rapporto annuale.

“Ciò al fine di evitare – spiega – allarmismi circa la sostenibilità del nostro sistema pensionistico, che è solido”.”Complessivamente alla fine del mese di giugno sono pervenute 154.095 domande” di pensione anticipata con ‘Quota100’.”Sulla base del trend dei primi sei mesi di applicazione, alla fine dell’anno il numero atteso delle pensioni in pagamento sarà pari a circa 205.000, per una spesa complessiva annua pari a 3,6 miliardi”, dice. Si tratta, sottolinea, “di un numero di beneficiari inferiore del 29% a quello che era stato stimato”.

“A fine giugno, dopo tre soli mesi di operatività, risultano percettori di Reddito o di Pensione di cittadinanza circa 840 mila nuclei (di cui oltre 102.833 destinatari di pensioni di cittadinanza) per un numero complessivo di individui coinvolti che supera 2 milioni. L’importo medio è di circa 500 euro”. Così il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, nella relazione annuale. “Nel Sud e nelle Isole risiede circa il 60% dei nuclei beneficiari”, spiega. L’intervento avrà “un impatto espansivo sia sulla crescita effettiva che su quella potenziale”.
   

[ Fonte articolo: ANSA ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.