I tremori della Merkel: cosa sta succedendo alla Cancelliera

0

I tremori accusati in pubblico dalla Cancelliera tedesca Angela Merkel hanno preoccupato i cittadini tedeschi e non solo. Ma cosa sta succedendo? Nonostante il massimo riserbo che aleggia intorno alla Merkel, la Bild ha reso noto che la Cancelliera si sarebbe sottoposta a dei primi esami medici già dopo il primo episodio di tremore, con una particolare attenzione ai valori ematici

 Interpellata ieri a Berlino, la Cancelliera ha sottolineato che "in primo luogo si può presumere che io conosca le responsabilità legate al mio incarico e agisca conformemente ad esse per quanto attiene a questioni legate alla salute".

"In secondo luogo – ha aggiunto durante la conferenza stampa dopo l'incontro con la premier danese Mette Frederiksen – si può presumere che come essere umano abbia grande interesse personale a stare bene ed occuparmi della mia salute". Con la premier danese Merkel ha ascoltato oggi gli inni nazionali seduta su due sedie approntate su richiesta della stessa cancelliera, rende noto la Bild.

Ancora tremori per Angela Merkel in pubblico: è il terzo episodio in poche settimane

Quanto ai controlli medici sarebbero stati accurati e fatti in seguito al primo attacco di tremore avuto il 18 giugno, durante la visita del presidente ucraino Volodymyr Zelenski a Berlino. Secondo la Bild – citata da vari media tedeschi – particolare attenzione è stata riservata ai valori ematici perché si era ipotizzato che alla cancelliera potessero mancare determinati minerali. Tuttavia, gli esami non hanno rivelato nulla e i valori ematici sono risultati a posto.

Ad una seconda domanda "abbastanza personale" dei giornalisti riguardante il suo 65esimo compleanno, Merkel in conferenza stampa ha risposto di essere cosciente del fatto che si invecchia, ma anche che al tempo stesso si acquisisce esperienza. "Ogni cosa ha il suo lato positivo", ha scherzato.

I cancellieri tedeschi e le malattie “nascoste”

I predecessori di Angela Merkel le cui crisi di tremore hanno scatenato interrogativi e timori – hanno sofferto di patologie di varia natura, anche importanti, che venivano messe a tacere o sminuite. Di Wllly Brandt, cancelliere della Repubblica federale tra il 1969 e il 1974, si diceva che soffrisse di depressione e che questo potesse spiegare le assenze di alcuni giorni che si concedeva ogni tanto. La versione ufficiale parlava, poco prima delle sue dimissioni, di stati febbrili dovuti a raffreddamento.

Il suo successore, Helmut Schmidt, cancelliere tra il 1974 e il 1982, in un'intervista del 2014 rispose a una domanda sulla depressione di Brandt e se fosse stata nascosta: "Non ne abbiamo parlato, l'abbiamo tacitamente riconosciuta. E lui ha fatto un grande lavoro".Lo stesso Schmidt soffriva di frequenti svenimenti che non vennero pubblicizzati. "Non ne parlammo, ma era chiaro che non avremmo detto nulla. Il punto è che l'ambiente politico è un ambiente in cui tieni la bocca chiusa", ha osservato.

"Sono stato trovato un centinaio di volte incosciente, la maggior parte delle volte per alcuni secondi, altre per minuti. Abbiamo mantenuto il segreto e questo non mi ha impedito di svolgere il mio lavoro come capo del governo".

Anche Helmut Kohl ebbe problemi di salute da cancelliere, incarico che ricoprì tra il 1982 e il 1998. Poco prima del congresso della Cdu nel settembre 1989, afflitto da forti dolori, avrebbe dovuto subire un intervento urgente, ma concordò con i medici un'operazione provvisoria e andò al congresso il giorno dopo. Un'assenza sarebbe stata impensabile perché Kohl temeva una sorta di golpe interno al partito.

Fonte: Bild →

[ Fonte articolo: TODAY ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.