Finale Europa League; Chelsea-Arsenal; Sarri: "Penso solo alla partita, del futuro parlerò dopo"

0

Il tecnico, che voci danno in partenza dai Blues, è concentrato sulla sfida di Baku: "L'apice della mia carriera? Per dare una risposta dovrò aspettare il risultato. La nostra resta comunque una stagione meravigliosa"

BAKU – Maurizio Sarri parla alla vigilia della finale di Europa League contro l'Arsenal. Una vigilia tesa per il tecnico toscano, che ha abbandonato il terreno di gioco dell'Olympic Stadium di Baku visibilmente irritato dopo un diverbio in allenamento tra Higuain e David Luiz.

Il Chelsea è in emergenza, spera almeno di recuperare Kantè?
"Kantè ha avvertito sabato scorso un piccolo problema fisico, ma putroppo il nostro grande nemico è il tempo. Non so in questo momento se potrà farcela, anche se per noi è un giocatore importantissimo e fino alla fine proveremo a recuperarlo. Al momento le possibilità che ce la faccia sono al massimo del 50 per 100. Tra l'altro è il nostro unico incontrista a centrocampo, dove senza di lui ci troveremmo per forza in difficoltà".
Sarri non ha mai vinto un titolo: sarà la partita più importante della sua carriera?
"Non sono in grado di dire adesso se sarà la partita più importante della mia carriera. Per dare una risposta dovrò aspettare il fischio finale e vedere quale sarà il risultato. Può essere che lo diventerà, ovviamente me lo auguro".

Chelsea, Sarri furioso dopo uno scontro tra David Luiz e Higuain: il tecnico abbandona l’allenamento

in riproduzione….

L'Europa League cambierebbe il volto della stagione del Chelsea?
"No, la nostra stagione è stata comunque meravigliosa. Abbiamo riconquistato la qualificazione per la Champions, che il Chelsea aveva fallito un anno fa. Poi siamo arrivati fino in fondo anche in Coppa di Lega e l'abbiamo persa ai rigori contro il Manchester City, la migliore squadra del mondo. Adesso abbiamo da giocare questa finale con l'Arsenal e faremo di tutto per vincerla. Ma non siamo sotto esame".
La sua conferma sulla panchina del Chelsea sembra lo stesso in dubbio, però...
"Devo avere pensare solo a questa partita: ho un contratto con il Chelsea per i prossimi due anni e nei miei pensieri non può esserci altro, fino a domani. Dopo averla giocata incontrerò la società e parleremo del nostro futuro. Il discorso vale anche per i miei giocatori, ognuno di noi deve essere concentrato solamente sull'Arsenal".
Per Hazard, destinato al Real Madrid, sarà l'ultima partita con i Blues…
"Hazard è già un top player e ha ancora grandi margini di crescita. Sono convinto che possa diventare il giocatore più forte d'Europa e forse del mondo. Perderlo per noi sarebbe ovviamente un problema serio".
Higuain è stato sorpassato da Giroud, invece.
"Giroud è stato fondamentale per il nostro cammino nell'Europa League ed è anche il capocannoniere della manifestazione con 13 reti. Nelle mie scelte dovrò ovviamente tenerne conto".
Com'è il suo rapporto con la squadra, adesso?
"Abbiamo avuto un momento difficile a gennaio e forse non ripeterei alcune scelte che avevo fatto all'inizio. Ma adesso è acqua passata: ho la fortuna di lavorare con 22 giocatori straordinari e sono innamorato di loro, come del calcio inglese. Anche questo è un aspetto di cui dovrò tenere conto, nelle mie considerazioni".
Dica, Sarri: ha fatto pace anche con i tifosi?
"Ci dispiace che la scelta di una sede così lontana abbia impedito a molti dei nostri tifosi e anche a quelli dell'Arsenal di seguirci fino a qui. Lavoriamo per regalare emozioni ed è un peccato che in tanti siano costretti a guardare la partita solo davanti alla tv. Ma daremo lo stesso il massimo per offrire un grande spettacolo, sapendo che entrambe le squadre hanno il 50 per 100 delle possibilità di vincere. Speriamo che alla fine la spunti il Chelsea".

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.