Europa League: l'Arsenal ribalta il Valencia, pari in rimonta del Chelsea a Francoforte

0

Nelle semifinali d'andata i Gunners vanno sotto in casa, ma alla fine si impongono 3-1 grazie alla doppietta di Lacazette e al gol di Aubameyang. I Blues rispondono al vantaggio di Jovic con Pedro. Il 9 maggio le gare di ritorno

ROMA – Le inglesi faticano forse più del previsto, ma al termine delle semifinali d'andata di Europa League possono sorridere. L'Arsenal stende in rimonta 3-1 un Valencia brillante in avvio, ma troppo molle in fase difensiva e incapace di mantenere l'intensità dei primi minuti. Decisive risultano le reti della premiata ditta Lacazette-Aubameyang, con l'Emirates che si conferma un fortino. Il Chelsea, sorpreso dalla partenza veemente dell'Eintracht e dal vantaggio di Jovic, pareggia 1-1 a Francoforte grazie al gol di Pedro e nel secondo tempo non riesce a sfruttare la supremazia dimostrata sui tedeschi. I risultati finali lasciano aperto il discorso qualificazione ma, come da pronostico, favoriscono le inglesi in vista delle sfide di ritorno, in programma tra una settimana.
 
ARSENAL-VALENCIA 3-1 – A Londra l'inizio di gara è piuttosto traumatico per l'Arsenal, che soffre terribilmente l'intraprendenza del Valencia. Gli uomini di Marcelino dimostrano subito di essere scesi in campo senza alcun timore reverenziale e mettono in difficoltà i Gunners, soprattutto sulle azioni da palla inattiva. Dopo un'insidiosa iniziativa di Rodrigo, sugli sviluppi di un corner, all'11' è proprio il brasiliano a fare sponda sul secondo palo per la testa di Diakhaby che insacca da pochi passi. L'Arsenal sbanda e viene salvato da un reattivo Cech, prima che Lacazette ribalti il match.
 
Al 18′ l'attaccante francese triangola in contropiede con Aubameyang e pareggia i conti, mentre al 26′ – perso in area da Roncaglia – sorprende di testa un rivedibile Neto. Nel secondo tempo i Gunners continuano a premere sull'acceleratore e hanno due occasioni clamorose ancora con Lacazette, che una volta manca la deviazione sotto porta e nell'altra calcia addosso a Neto. A mettere i brividi all'Emirates è una percussione del neo entrato Gameiro, chiuso con ottima scelta di tempo da Cech. Si tratta, però, di un lampo isolato e l'Arsenal torna a fare la gara, calando il tris nel recupero con una volée ravvicinata di Aubameyang, autore di una prestazione maiuscola.

Europa League: l'Arsenal ribalta il Valencia, pari in rimonta del Chelsea a Francoforte

Maurizio Sarri

EINTRACHT-CHELSEA 1-1 – A Francoforte l'avvio di partita è tutto di marca tedesca. L'Eintracht monta una marcatura asfissiante su Jorginho, cervello dei Blues, e gioca su ritmi vertiginosi. La squadra di Sarri è in difficoltà e capitola al 23′, quando Jovic segna in tuffo di testa, raccogliendo un traversone di Kostic dalla sinistra, che gli vale il nono gol in questa edizione dell'Europa League. Il Chelsea ci mette un po' a reagire, ma esce alla distanza. Pedro fa le prove generali del pareggio con un sinistro da fuori che termina di poco sul fondo e al 45′ firma l'1-1, risolvendo una mischia in area con un potente e preciso tiro.
 
Nella ripresa la musica è subito diversa. I Blues dominano il possesso palla e attaccano con convinzione. Il più pericoloso è David Luiz che al 60′ colpisce la traversa su punizione e, 17 minuti più tardi, impegna un reattivo Trapp che disinnesca la sua conclusione sotto misura. La replica del Francoforte è affidata a Da Costa: dopo un doppio passo ubriacante, il difensore di origine angolana va al cross, sul quale Paciencia non arriva di un soffio. I padroni di casa chiudono in crescendo, ma il risultato non cambia.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.