Coppa America, furia Messi: ''E' una corruzione''. La Conmebol: ''Accuse inaccettabili''

0

La Pulce, infuriata per il cartellino rosso contro il Cile (lite con l'ex interista Medel, anche lui espulso), ha disertato la cerimonia di premiazione: ''Sono stato punito per le dichiarazioni dopo la gara contro il Brasile''. Piccata la replica della Federazione: ''Nulla di vero''

SAN PAOLO – Non si placa la furia di Leo Messi. Espulso nel corso di Argentina-Cile, valida per il terzo posto della Coppa America, la Pulce ha disertato polemicamente la cerimonia di premiazione e attaccato duramente la Conmebol: "Non dobbiamo esser parte di questa corruzione che si è vista in questa Coppa". Apriti cielo.

"Punito per parole dopo Brasile"

Messi e Medel sono stati entrambi espulsi al 37′ del primo tempo dopo una faccia a faccia in seguito a uno scontro di gioco. Il rosso sventolato dall'arbitro Mario Diaz, dopo il consulto Var, in particolare al fuoriclasse del Barcellona è sembrato effettivamente esagerato. Da qui l'ira di Leo: "Le immagini sono chiare, avete visto tutti cosa è successo. Il giallo era più che sufficiente – spiega -. Sono convinto di aver pagato per quanto detto. Quel cartellino mi è stato dato per ciò che ho detto dopo la partita col Brasile, è evidente". E in vista della finalissima Brasile-Perù, Messi getta ulteriore benzina sul fuoco: "Pronostico? Dico Brasile, spero che gli arbitri e il Var non influenzino il corso della gara e permettano al Perù di competere, ma la vedo difficile".

Conmebol: "Accuse inaccettabili"

Immediata la replica della Conmebol alle parole di Messi: "Accuse inaccettabili e infondate. Non c'è nulla di vero – spiega la Federazione in una nota – tutto questo mette in discussione l'integrità della Coppa America". Stasera alle 22 l'atto finale.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.