Coppa America: Aguero e Dybala stendono il Cile, Argentina terza. Espulso Messi

0

L'Albiceleste si aggiudica 2-1 la finalina. Gli uomini di Scaloni vanno in doppio vantaggio nel primo tempo, quando vengono espulsi il fuoriclasse del Barcellona e Medel. Nella ripresa accorcia Vidal su rigore

SAN PAOLO – Aguero e Dybala stendono il Cile : la finalina se la aggiudica l'Argentina, che chiude la 46esima edizione della Coppa America al terzo posto. A San Paolo va in scena una sfida intensa, che nel corso del primo tempo vede anche l'espulsione di Messi e Medel. Il risultato finale premia con merito un'Argentina apparsa più propositiva.
 
L'Argentina parte forte e sblocca il risultato al 12′: Aguero, servito in profondità da Messi, aggira Arias e mette in rete. Il Cile accusa il colpo, complice anche l'uscita per infortunio di Sanchez, e al 22′ incassa il raddoppio dell'Albiceleste, firmato da Dybala. Lo juventino, imbeccato dal filtrante perfetto di Lo Celso, controlla in area e infila il portiere della Roja. Messi continua a illuminare la manovra argentina e Dybala sfiora il tris proprio su assist della Pulce. La Selección è in controllo della gara, che però inizia a farsi sempre più ruvida e nervosa: dopo un primo battibecco per un fallo di Medel su Messi, l'ex Inter e il fuoriclasse del Barcellona vengono di nuovo a contatto. I due entrano in rotta di collisione dopo che l'asso argentino tenta di scalciare l'avversario mentre sta proteggendo il pallone sul fondo. La reazione di Medel è immediata, i due si spintonano e il direttore di gara li espelle entrambi. La decisione del fischietto Mario Diaz viene confermata dopo un check del Var.
 
In avvio di ripresa è ancora l'Argentina a dettare il ritmo e a sfiorare il terzo sigillo, grazie a un ispirato Dybala. Al 57′, però, il Cile riapre i giochi con un rigore concesso per fallo di Lo Celso ai danni di Aranguiz: dal dischetto Vidal è impeccabile e spiazza Armani. L'effetto del gol cileno dura pochi minuti e, nonostante una squadra decisamente a trazione anteriore, è ancora l'Argentina a collezionare le migliori opportunità, con il Kun Aguero che va vicino al 3-1 in due occasioni. Nel finale Scaloni si copre con l'ingresso di Funes Mori e dopo sette minuti di recupero l'Albiceleste festeggia il terzo posto.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.