Psg, Al Khelaifi blinda Mbappe: ''Resta al 200%''. Neymar, non c'è pace: accuse di evasione fiscale

0

Il presidente del club francese si tiene stretto il suo gioiellino, corteggiato dal Real Madrid: ''Non lo lascerò andare''. Nuovi problemi per il brasiliano, a cui sono stati sequestrati 36 beni immobili

PARIGI – "Mbappé resta al 200%". Parola di Nasser Al Khelaifi. Il presidente del Psg, in un'intervista a 'France Football', respinge l'interesse del Real Madrid nei confronti del proprio gioiellino: "Sono sicuro che resterà qui nella prossima stagione, non lo lascerò andare".

"Neymar? Nessuno lo ha costretto"

"Vuole sentirsi più coinvolto nel nostro progetto per crescere assieme alla squadra, al club – aggiunge Al Khelaifi parlando di Mbappé – Ma gli ho spiegato che le responsabilità non si chiedono, si prendono. E' molto intelligente e penso abbia capito". Parole diverse invece su Neymar, che per la stampa francese potrebbe essere ceduto: "Voglio giocatori disposti a dare tutto per la maglia e completamente inseriti nel progetto del club, con chi non vuole capirlo o non lo capisce ci vedremo e parleremo – svela il presidente dei parigini – Ci sono naturalmente dei contratti da rispettare ma la priorità è il coinvolgimento totale nel nostro progetto. Nessuno lo ha costretto a firmare con noi, è venuto a Parigi con la consapevolezza di unirsi al nostro progetto".

Nuovi guai per il brasiliano

Intanto continua l'anno nero proprio di Neymar. Dopo la denuncia per stupro da parte della modella Najila Trindade, quella per aver diffuso sui social immagini intime della donna, l'infortunio che gli ha impedito di giocare la Coppa America e il fatto che al Paris SG non sia ritenuto più intoccabile, ora c'è il sequestro di 36 beni immobili posseduti in Brasile. Lo riferisce il giornale 'Folha de Sao Paulo', nell'ambito di un'inchiesta in cui la stella della Selecao è accusato di evasione fiscale. Secondo la stessa fonte, a O'Ney viene contestato il mancato pagamento di tasse per una somma pari a circa 16 milioni di euro, e quindi è stato disposto il sequestro dei 36 proprietà immobili che fanno capo al giocatore, alla sua famiglia o a sue società. I fatti, ovvero la presunta evasione fiscale, risalirebbero all'epoca del trasferimento dal Santos al Barcellona. Fra i beni requisiti due ville adiacenti, per circa 3.000 metri quadrati, nella lussuosa zona di Jardim Acapulco, a Guarujà, località balneare del litorale paulista cara decenni fa anche ad Alberto Sordi, e tre appartamenti a Itapema, sulla costa di Santa Catarina. Altri 28 immobili di Neymar sono stati messi sotto sequestro a San Paolo, ancora Guarujà, Praia Grande e Sao Vicente.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.