Roma, Europa League: preliminari contro la vincente di Debrecen-Kukesi

0

A Nyon è stato effettuato il sorteggio del secondo turno preliminare, se i giallorossi entreranno subito in scena (dipende dalle decisioni sul Milan) giocheranno l'andata il 25 luglio all'Olimpico contro gli ungheresi o gli albanesi  

ROMA – Adesso che lo tsunami provocato dall'addio di Totti è passato, per la Roma è arrivato il momento di guardare al futuro. La conferenza stampa dell'ex capitano, che ieri è volato a Ibiza con la famiglia, ha aperto una voragine attorno alla proprietà americana e ha costretto prima Pallotta e poi Baldissoni a smentire le sue dichiarazioni attraverso interviste e comunicati. Nel frattempo, però, anche se in città si continua a non parlare d'altro, l'estate è alle porte e la Roma deve ancora sciogliere un grande dubbio: farà i preliminari di Europa League che partono il 25 luglio oppure accederà ala fase a gironi a partire da settembre? La risposta è nelle mani della Uefa, che nelle prossime ore prenderà una decisione sulle sorti del Milan, sempre più intenzionato a patteggiare l'esclusione dalle coppe europee per aver infranto le regole del Fair play finanziario. In questo caso, la Roma verrebbe "trasportata" direttamente ai gironi mentre il preliminare toccherebbe al Torino, che quest'anno è arrivato settimo in campionato. Oggi intanto, a Nyon, si sono tenuti i sorteggi del secondo turno preliminare della seconda competizione europea. La Roma sfiderà la vincente del match tra gli ungheresi del Debrecen e gli albanesi del Kukesi: la squadra di Fonseca giocherà la prima gara all'Olimpico il 25 luglio, mentre la seconda il primo agosto in trasferta.

De Laurentiis: "Manolas? La Roma deve abbassare la clausola"

Nel frattempo, in attesa di capirne di più sulle date del ritiro estivo, la Roma continua a muoversi sul mercato soprattutto sul fronte delle cessioni. Prosegue ormai da giorni infatti la trattativa con il Napoli per Kostas Manolas, il difensore fortemente richiesto da Carlo Ancelotti. A confermare l'interesse verso il greco è stato proprio il presidente del club partenopeo, Aurelio De Laurentiis, intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss. "Manolas? Ci stiamo lavorando da quando Albiol ci ha detto che andrà via, dato che non vogliamo costringere nessuno a stare con noi – ha detto De Laurentiis -. Per Manolas, però, ci sono due scogli da superare: capire l'aspetto caratteriale che mi pare riscontri qualche problema, ogni tanto fa le bizze. Giuntoli dovrà capire se è compatibile con il nostro spogliatoio perché non possiamo avere problemi. Il secondo nodo è legato alla Roma, che non ha ancora un direttore sportivo. Dobbiamo capire a che prezzo acquisirlo, perché parliamo di un calciatore che inizia ad avere la sua età e che diventa un vuoto a perdere perché poi non lo puoi rivendere. La sua clausola deve essere abbassata perché se si abbina allo stipendio altissimo del calciatore è chiaro che siamo troppo alti. Con tutto il rispetto che ho per Manolas, con una logica legata alla sua età, lo valuto una cifra molto più bassa".

Dalla Spagna: "La Roma insiste per Pau Lopez: clausola da oltre 30 milioni"

In attesa di liberarsi definitivamente dal Torino, il direttore sportivo della Roma Petrachi è al lavoro anche per mandare in porto i primi acquisti della sua esperienza in giallorosso. Uno dei ruoli più delicati su cui si sta concentrando il lavoro del dirigente salentino è quello del portiere, dal momento che Olsen ha ormai le valigie in mano e la Roma è in cerca di un sostituto affidabile da consegnare a Fonseca. L'obiettivo numero uno del club capitolino rimane lo spagnolo Pau Lopez, portiere spagnolo del Betis Sivigilia che ha una clausola rescissoria di oltre 30 milioni. Secondo El Mundo Deportivo, il club andaluso avrebbe detto no a un'offerta della Roma pari a 20 milioni, più la metà del cartellino di Antonio Sanabria, valutato 7,5 milioni. Il motivo del rifiuto è che il Betis non ha ancora in mano un sostituto e non intende privarsi del portiere classe 1994, cresciuto nelle giovanili dell'Espanyol, finché non avrà trovato il suo erede sul mercato. 

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.