Italia-Brasile ai Mondiali femminili

0

La Nazionale è già qualificata agli ottavi ma non è ancora sicura della posizione nel suo girone: la partita di questa sera ci dirà molto su dove potrà arrivare

La Nazionale femminile di calcio giocherà questa sera alle 21 contro il Brasile la sua ultima partita della fase a gironi dei Mondiali in Francia. L’Italia è già qualificata agli ottavi di finale grazie alla netta vittoria di venerdì scorso contro la Giamaica, la seconda consecutiva: arriva quindi a giocarsi l’ultimo turno dei gironi senza particolari pressioni, a differenza delle avversarie, che rischiano ancora l’eliminazione dopo un inizio poco brillante. Allo stadio du Hainaut di Valenciennes si attende il tutto esaurito; in Italia, per la prima volta nella storia della televisione pubblica, una partita di calcio femminile verrà trasmessa in diretta su Rai 1.

La classifica provvisoria del Gruppo C:

1) 🇮🇹 Italia 6 (+6) ✅
2) 🇧🇷 Brasile 3 (+2)
———————————————
3) 🇦🇺 Australia 3 (0)
4) 🇯🇲 Giamaica 0 (-8)

L’unica cosa ancora in ballo per la Nazionale è la posizione finale nel girone, che determinerà l’avversaria agli ottavi di finale. Se dovesse arrivare prima nel Gruppo C (basta un pareggio stasera) l’Italia incontrerebbe la terza classificata del Gruppo A o B (Nigeria o Cina, entrambe alla portata), mentre se dovesse arrivare seconda troverebbe la più ostica Norvegia. In caso di sconfitta contro il Brasile e larga vittoria in contemporanea dell’Australia, l’Italia potrebbe anche finire qualificata fra le migliori terze, e agli ottavi incontrerebbe la Germania o la Francia, due tra le grandi favorite del torneo.

Il Mondiale della Nazionale allenata da Milena Bertolini è stato fin qui sorprendente. Alla prima partecipazione dopo vent’anni si temeva una generale mancanza di esperienza e scarsa familiarità con eventi così importanti. Non è stato affatto così, dato che la squadra ha saputo esprimere sempre tutto il suo potenziale. Se la Giamaica era un’avversaria ampiamente alla portata, l’Australia era considerata tutto sommato superiore: aveva dalla sua più esperienza, una miglior preparazione atletica e un tasso tecnico più elevato. L’Italia, tuttavia, ha saputo difendersi sotto tutti questi aspetti, ai quali ha aggiunto una qualità di gioco di fatto superiore. Il gioco è stato fin qui il punto di forza della Nazionale, ed è anche il motivo per cui i paesi con una lunga tradizione calcistica, come appunto l’Italia o la Spagna, possono contribuire in modo decisivo allo sviluppo del calcio femminile.

Il Brasile è un’avversaria diversa da quelle incontrate finora. Prima di arrivare ai Mondiali ha trascorso oltre un anno senza vincere anche solo una partita amichevole. Questo ha evidenziato delle grandi carenze sul piano del gioco e della costanza, come confermato poi nell’ultima sconfitta contro l’Australia: era in vantaggio di due gol nel primo tempo, e poi ne ha subiti tre in 45 minuti, perdendo 3-2. Non si possono tuttavia trascurare le capacità tecniche delle brasiliane, che sotto questo aspetto, come i loro colleghi uomini, sono probabilmente tra le migliori al mondo. Hanno inoltre molta esperienza. La centrocampista Formiga, del Paris Saint-Germain, sta disputando il suo settimo Mondiale: a 41 anni è la giocatrice con più presenze nella storia del Brasile femminile. C’è poi Marta da Silva, miglior marcatrice di tutti i tempi ai Mondiali, eletta per sei anni miglior calciatrice al mondo dalla FIFA: la prima volta nel 2006, l’ultima l’anno scorso.

Le probabili formazioni

Italia (4-3-1-2) Giuliani; Guagni, Gama, Linari, Bartoli; Cernoia, Galli, Giugliano; Girelli; Bonansea, Mauro
Brasile (4-4-2) Barbara; Leticia Santos, Kathellen, Monica, Tamires; Andressa, Andressinha, Thaisa, Debinha; Cristiane, Marta

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

[ Fonte articolo: ilpost ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.