Coppa America, Coutinho guida il Brasile: 3-0 alla Bolivia

0

Buona la prima per i verdeoro, trascinati dalla doppietta del giocatore del Barcellona e dalla rete di Everton. Nota stonata i cori omofobi al portiere avversario Carlos Lampe

SAN PAOLO – Senza Neymar ci pensa Coutinho. La 46esima edizione della Coppa America parte bene per il Brasile che, al Morumbi di San Paolo, rispetta il pronostico e batte 3-0 la Bolivia. Autentico mattatore il giocatore del Barcellona, a segno con una doppietta, di Everton nel finale la rete del definitivo tris. A mezzanotte si attende la risposta dell'altra favorita, l'Argentina di Messi, che esordirà contro la Colombia.

Cori omofobi a Lampe

Il primo tempo, terminato a reti bianche, era stato tutt'altro che spettacolare tant'è che i ragazzi di Tite hanno ricevuto alcuni fischi in uno stadio Morumbi con tanti posti vuoti. Poi a inizio ripresa è salito in cattedra Coutinho, autore della doppietta tra il 50′ (su rigore) e il 53′. A chiudere i conti, a cinque minuti dalla fine, ci ha pensato Everton con un gran destro dal limite sul palo più lontano del portiere avversario Carlos Lampe. Da segnalare che quest'ultimo è stato ripetutamente vittima di cori omofobi intonati dai tifosi brasiliani a ogni rimessa dal fondo: episodio non nuovo visto che la Federazione verdeoro è stata multata dalla Fifa per 123 mila franchi svizzeri per episodi simili durante le qualificazioni agli ultimi Mondiali.

Coutinho: "Barça? Non ho reso al meglio"

"Ho passato momenti difficili, non ho reso come i tifosi catalani si aspettavano", così a fine gara il protagonista Philippe Coutinho ha parlato dell'esperienza non proprio felicissima al Barcellona. L'ex interista è al centro di voci di mercato (tra cui un possibile scambio con il Psg proprio con Neymar): "Voglio migliorarmi e contribuire alle fortune della squadra – taglia corto -, Il calcio è così, per questo lavoro duro". Parola poi al capitano Dani Alves: "Alla fine, con un po' di pazienza, siamo riusciti a sbloccarla, abbiamo tenuto di più la palla e abbiamo creato delle belle occasioni, ci siamo meritati la vittoria". E il ct Tite ha minimizzato il malumore del pubblico all'intervallo: "Quando non giochi bene, non puoi aspettarti grande comprensione da parte del pubblico, succede anche nei grandi club. Ma la squadra è in crescita".

Tocca a Messi

Alle 21 italiane è prevista la seconda gara del Girone A tra Venezuela e Perù a Porto Alegre. Poi a mezzanotte toccherà all'Argentina di Messi esordire nel torneo contro la sempre temibile Colombia. Brasile invece di nuovo in campo martedì a Salvador de Bahia contro il Perù.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.