MotoGp, Gp Italia; Rossi: ''Siamo lenti, ma non so perché''

0

Valentino partirà dal 18esimo posto in griglia: "Dobbiamo guadagnare subito un po' di posizioni, e poi correre per fare più punti possibile". Dovizioso 'assolve' Marquez

MUGELLO – Marquez in pole al Mugello e gli altri big ad inseguire. Andrea Dovizioso nono, addirittura 18esimo Valentino Rossi. Una gara tutta in salita.

Valentino: "Siamo lenti, ma non so perché"

"Siamo più in difficoltà in accelerazione e alcune curve. Ma non sappiamo perché". Valentino ci è rimasto talmente male che prova ad essere fiducioso: "Domani nel warm up proviamo qualcosa di buono, e vediamo che succede". Racconta che rispetto a venerdì – "Quando proprio non riuscivo a guidare" – le cose sembravano migliorare: "Ho fatto un bel passo avanti nelle Fp3 e all'ultimo giro ero molto veloce, purtroppo dopo la Biondetti sono andato lungo all'ultima curva: un errore che mi ha cambiato la giornata". Per la quarta volta in 6 gara di questa stagione è stato costretto alle Q1, le qualifiche dei peggiori. "Me l'aspettavo, che Dovizioso e Pirro fossero più veloci sul giro secco". Sì, ma domani al via che succede? "Sarà dura, partendo da così lontano. Dobbiamo guadagnare subito un po' di posizioni, e poi correre per fare più punti possibile". Cosa non funziona? "Non è una questione di strategia in pista. Semplicemente, non sono veloce. E per combinare qualcosa devo cercare una scia, un miracolo". Non se lo aspettava. "Abbiamo fatto le stesse cose di Austin, quando ho fatto 2°. Però qui e a Le Mans, dove pensavo di andare veramente bene, non è successo".

Dovizioso "assolve" Marquez

Dovizioso non se la prende con Marquez. "Mi ha sorpassato al limite, ma non mi ha dato fastidio. Marc è furbo, sfrutta le sue caratteristiche. Può fare quel che gli pare. Però mi ha stupito, quando è tornato a seguirmi. Ma va bene così, il risultato è frutto di troppi stop-and-go durante le qualifiche e qualche mio errore. Il feeling oggi è migliorato, la velocità è buona. Però sono in tanti, ad andare forte. Domani nessuno spingerà forte fin dall'inizio. Sarà più importante andare forte negli ultimi  giri. E molto dipenderà dalla scelta delle gomme".

Morbidelli e il Doc: "Gli batto la stecca"

Morbidelli, che sorriso. "Oggi ero molto veloce, e sono felice: è stata una qualifica veramente positiva. Ma c'è ancora molto da lavorare". Perché la M1 di Valentino è più lenta della sua? "Non lo so, chiedetelo a lui. Lui di solito è lento in qualifica, nel giro secco, ma velocissimo in gara: nelle Fp4 mi sembrava avesse un bel passo". Oggi il 'Morbido' è sceso sotto il minuto e 46, stracciando il tempo del Maestro. "Ah sì? Allora stasera gli batterò la stessa", ride.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.