Europei Under 21; Murgia: ''Fortunati ad avere giovani così forti, siamo pronti per il calcio dei grandi''

0

A Casteldebole il primo allenamento degli azzurrini in vista dell'esordio di domenica contro la Spagna. Il centrocampista della Spal non teme la concorrenza dettata dall'arrivo dei big della maggiore

BOLOGNA – È partita ufficialmente l'avventura europea dell'Under 21 di Di Biagio, arrivata oggi a Bologna dove domenica esordirà contro la Spagna. Accolta da un centinaio di spettatori per il primo allenamento a Casteldebole, l'unico a porte aperte della spedizione emiliana, la squadra ha fatto le prime prove, senza i big della Nazionale maggiore, che arriveranno mercoledì. "Si parla molto di loro ma non mi infastidisce, siamo fortunati ad avere tanti giovani così forti, vuol dire che siamo pronti per il calcio dei grandi: se vinciamo l'Europeo senza che io giochi un minuto mi va bene lo stesso", assicura Alessandro Murgia, che da quando ha esordito nel nuovo corso degli azzurrini nel 2017 ha sempre o quasi avuto un posto a centrocampo. E che ora con l'arrivo di Barella, Zaniolo, Pellegrini, sarà tra quelli che vedrà aggiungersi più concorrenza. Del resto, però, lo spallino è uno che sa sacrificarsi, donatore di sangue e testimonial Avis a Ferrara nonostante la paura per gli aghi; mentre ai tempi degli Allievi della Lazio preferì non entrare in un derby piuttosto che giocare in attacco, fuori ruolo.

Primi applausi di casa per Orsolini, a colloquio a inizio allenamento col ds del Bologna Riccardo Bigon e l'ad Marco Di Vaio, arrivati a fare gli onori di casa e poi raggiunti da Di Biagio. Qualche chiacchiera, scherzosa, non era questo il momento di discutere di contratti. Il Bologna vuole riscattare l'esterno a fine giugno, l'accordo a 15 milioni con la Juventus c'è, ma è chiaro che un Europeo da protagonista può cambiare le cose. Anche perché, tra Nazionale maggiore che vince e convince, Under 20 che vola e femminile che stupisce, i riflettori e le aspettative sugli azzurrini son più alte che mai. "Bellissimo poter seguire da più aspetti la Nazionale, ho visto la partita del Mondiale femminile e come hanno vinto è un simbolo del nostro stile del non mollare mai", commenta Murgia. Che per esser qui oggi ha lasciato casa sua, la Lazio, per giocare da titolare alla Spal, con un altro azzurrino come Bonifazi. "Grazie a Semplici, mi ha fatto crescere anche come persona e mi ha sempre stimolato sapendo che arrivare in nazionale era un mio grande obiettivo", commenta il centrocampista. Che enfatizza, come tanti colleghi han già fatto, la forza del gruppo. Non solo in questi giorni di ritiro, già durante il campionato si sentiva spesso con Calabresi e Locatelli. Altri due emiliani acquisiti, altri due che l'Europeo lo giocheranno a casa propria.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.