In Sardegna diminuisce il Pil procapite ma cala la disoccupazione

0

Cresce la distanza tra la Sardegna e le aree europee pi dinamiche ed economicamente pi forti. L’isola, che negli ultimi cinque anni ha perso quattro punti di pil 214/a nella classifica delle regioni europe. Non sono per tutti negativi i dati contenuti nel 26mo rapporto sull’economia della Sardegna realizzato dal Crenos, il Centro ricerche economiche Nord Sud, dove lavorano i ricercatori delle universit di Cagliari e Sassari. Tra le voci pi rilevanti, la crescita di 20mila occupati (a trainare sono soprattutto alberghi e commercio) e il tasso di occupazione che arriva al 40,1%, ben al di sotto delle medie italiana ed europea, ma comunque in miglioramento come testimonia anche il calo di 1,6 punti del tasso di disoccupazione registrato da Eurostat. Per la direttrice del Crenos, Emanuela Marroccu, la Sardegna lontana dall’obiettivo europeo, ma si sta avvicinando. Proprio la perdita del punti percentuale del prodotto interno lordo fa s che l’isola retroceda andando al di sotto delle soglie che separano le regioni pi sviluppate da quelle in transizione e meno sviluppate. Una notizia cattiva che ne porta appresso una buona. L’effetto della retrocessione permetter di ricevere maggiori risorse europee e nazionali.
Sul fronte degli investimenti in ricerca e sviluppo, la Sardegna investe meno di un terzo rispetto alla media dei paesi UE (il 28%), con una quota di investimenti privata esigua (appena il 15% del totale rispetto al 61% dell’Italia e al 65% della media europea). Nonostante i bassi livelli di investimento, le imprese isolane sembrano adattarsi alle nuove tecnologie in maniera strategica: il 37,5% ha infatti intrapreso attivit innovative nel 2016. Esiste poi una componente privata che, nonostante la congiuntura negativa, si impegna per competere in mercati globali, scegliendo nuove tecnologie e sfruttando le opportunit che arrivano dallo sviluppo digitale.

© Riproduzione riservata

commissione europea logo Progetto realizzato con il contributo finanziario della Commissione europea. Dei contenuti editoriali sono responsabili esclusivamente gli autori e il Gruppo 24 Ore

[ Fonte articolo: Il Sole 24 Ore ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.