Viabilità: piano straordinario da 26 mln per Fi-Pi-Li

0

Alcune opere in corso altre in partenza con riduzione corsie

Un piano di interventi straordinari da 26 milioni di euro sulla strada di grande comunicazione Fi-Pi-Li che va a sommarsi all’ordinaria manutenzione. Promosso dalla Regione il piano è stato illustrato oggi dall’assessore alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli. “I 26 milioni di investimenti – ha spiegato Ceccarelli – si aggiungono agli 8,4 milioni che ogni anno vengono investiti per la manutenzione ordinaria. E’ un impegno che la Regione si accolla perché questa è la strada regionale più importante che abbiamo”.
    Tra gli interventi previsti o già avviati, il ripristino della rampa di accesso di via Quaglierini a Livorno con un intervento di 3,25 milioni. Le opere, già in corso, riguardano la messa in sicurezza dell’antifosso delle acque chiare, la ricostituzione della rampa, delle pavimentazioni e delle barriere stradali, opere di regimazione delle acque e l’impianto di illuminazione. Un altro intervento riguarda la messa in sicurezza del tratto Ginestra-Montelupo (6,4 milioni) e del tratto Montelupo-Empoli est (5,2 milioni) che prevede il rifacimento della pavimentazione con asfalto drenante e fonoassorbente, della segnaletica, la sostituzione delle barriere e il rifacimento della rete di drenaggio. A partire dal 27 maggio inizierà il restringimento della viabilità ad una sola corsia per senso di marcia: la conclusione dei lavori sul primo stralcio è prevista in 8 mesi, il secondo è in fase di appalto.
    Con 4,6 milioni poi la Regione prevede interventi di miglioramento generale dell’infrastruttura con asfaltaure, adeguamento della segnaletica, manutenzione straordinaria del viadotto San Colombano e del ponte Mogadiscio. Previsti anche la progettazione di un nuovo svincolo per Montopoli (200mila euro per il preliminare di fattibilità), e risanamenti acustici nei comuni di Scandicci (5,6 milioni) e di San Miniato (715mila euro).
   

Fi-Pi-Li: Ceccarelli, chiediamo pazienza per i disagi
“C’è la massima attenzione affinché questi lavori, necessari e indispensabili, possano realizzarsi cercando di ridurre al massimo i disagi per l’utenza, disagi che ci saranno e per i quali chiediamo un pò di pazienza. Questi lavori ci restituiranno un’infrastruttura migliore, più sicura che è al servizio dei cittadini e per il traffico commerciale che va verso i nostri porti”. Lo ha detto l’assessore toscano ai trasporti Vincenzo Ceccarelli in merito ai disagi attesi sulla Fi-Pi-li per gli interventi prevista dal piano di manutenzione straordinaria da 26 milioni di euro della Regione. “Abbiamo cercato di trovare tutte le soluzioni – ha aggiunto Ceccarelli -, sia con la segnaletica adeguata in direzione delle alternative, sia coinvolgendo società autostrade per la segnalazione di percorsi alternativi con segnalazioni visive e acustiche. Per quanto riguarda la rampa di via Quaglierini inoltre andremo ad aprire dal 1 luglio al 1 settembre un by-pass che collega la Fi-Pi-Li direttamente con la strada provinciale per chi si deve dirigere al mare, seppur con la limitazione dei 30 chilometri orari”. La polizia stradale sottolinea che nel tratto tra Ginestra Fiorentina e Montelupo Fiorentino, dove sarà allestito il cantiere in entrambi i sensi di marcia dal 27 maggio, il traffico sarà fortemente rallentato, soprattutto nelle ore di punta. I disagi riguarderanno, in particolare, i viaggiatori in transito tra l’uscita di Lastra a Signa e l’uscita di Empoli centro, in entrambe le direzioni. Per questo la Polstrada consiglia di percorrere in alternativa, specie nelle ore di punta, l’A11 (Firenze-Mare), evitando così la Fi-Pi-Li nel tratto tra Empoli centro e lo svincolo per l’A1 (casello di Scandicci), in entrambe le direzioni. Per andare verso il centro di Firenze, provenendo dall’A1, “si consiglia di raggiungere il parcheggio scambiatore di Villa Costanza e di utilizzare la tramvia”.

[ Fonte articolo: ANSA ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.