Il pm fa sbarcare i migranti, Salvini lo asfalta in diretta Terremoto-Sea Watch3: che cosa rischia il magistrato

0

Matteo Salvini ha saputo dello sbarco dei migranti a bordo della Sea Watch3 mentre era in diretta a Non è l’Arena su La7 da Massimo Giletti, scatenando un nuovo scontro tra il ministro dell’Interno e la procura di Agrigento. "Sto leggendo in diretta anche io la notizia – ha detto Salvini – Questo procuratore della Repubblica (Patronaggio, ndr) è quello che mi ha indagato per sequestro di persona, che è una pena che prevede fino a 15 anni di carcere. Io non cambio idea e siccome il ministro sono io prendo atto delle parole di questo procuratore e della possibilità di valutare il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina".

Nel braccio di ferro tra il capo del Viminale e il pm, Salvini ribadisce che per lui i porti in Italia devono restare chiusi: "Per me possono stare lì fino a quando o la Germania, o l’Olanda se li prendono. La Ong è tedesca, la nave batte bandiera olandese, sono passati a Malta, hanno preso i migranti in Libia. Cosa c’entra l’Italia? Per me possono stare lì fino a ferragosto". A maggior ragione, insiste poi Salvini in collegamento esterno a Non è l’Arena, proprio dopo la prima decisione presa dalla procura di Agrigento, che aveva messo sotto sequestro la nave della ong: "Quindi evidentemente avevo ragione io: questi hanno aiutato i trafficanti di esseri umani. Spero che vengano arrestati il comandante e l’equipaggio della Sea Watch 3. Ma i migranti illegali potevano restare sulla nave, e per il ministro dell’Interno i porti restano chiusi. Se qualcuno li vuole aprire lo spieghi agli italiani".

Poco dopo Salvini affida a una diretta Facebook il suo sfogo contro la decisione del pm Patronaggio sulla Sea Watch3, ribadendo ancora una volta che da parte del suo ministero non è partita nessuna autorizzazione: "La Sea Watch non doveva sbarcare. Siamo uno Stato di diritto e non do nessuna autorizzazione. Chi ha dato l’autorizzazione? Il dottor Patronaggio? Allora gli chiedo se è lui che si è assunto la responsabilità degli sbarchi. Se qualcuno vuole fare il ministro si candida e viene al posto mio. Questa nave era già stata bloccata, e poi liberata di nuovo. Ma questi non sono soccorritori, aiutano i trafficanti di esseri umani, i delinquenti. Allora dico, nave sotto sequestro, finalmente? L’equipaggio sarà arrestato? Vedremo, ma ho dei dubbi. Da lei, Patronaggio, sono stato accusato di sequestro di persona. Non sono simpatico a questo signore. Qualche altro membro del governo sapeva? Ha autorizzato? Vedremo. La Guardia costiera dipende dal ministero dei Traporti, la guardia di finanza dal ministero dell’Economia. Se nelle prossime ore ci saranno arresti, sequestro definitivo e messa fuori uso della nave, anche affondandola, allora bene. Altrimenti è stato solo un atto politico"

[ Fonte articolo: Libero Quotidiano ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.