Firenze, tensione tra forze dell'ordine e antagonisti prima di comizio di Salvini

0
Firenze, protesta contro Salvini (ansa)
Condividi

Scontri a Firenze tra manifestanti dei collettivi di sinistra e forze dell’ordine in Piazza della Repubblica, dove è stato chiuso l’accesso a Piazza Strozzi, sede del previsto intervento in serata del vice premier Salvini. La contestazione è iniziata alle 20.20.

I manifestanti hanno tentato di forzare l’accesso a Piazza Strozzi e sono stati a più riprese respinti dalla polizia. Dopo le due cariche di alleggerimento iniziali la polizia è dovuta intervenire nuovamente per respingere un tentativo di sfondamento.

La contromanifestazione, che ha portato in piazza un migliaio di persone, è stata organizzata da Iam (Iniziativa antagonista metropolitana), Cua (Collettivo universitario autonomo), Cas (Collettivo antagonista studentesco) e Collettivo femministe Spine nel fianco.

Intorno alle 23, i manifestanti hanno cominciato a lasciare la piazza. Un centinaio di giovani, quelli che più volte hanno cercato di sfondare il cordone delle forze dell’ordine per raggiungere piazza Strozzi, dove il vicepremier ha parlato dal palco, sfilano in corteo sempre controllati da Polizia e Carabinieri.

La reazione di Salvini
“Ecco i soliti ‘democratici’ ora a Firenze, con bandiere rosse, cartelli con il sottoscritto a testa in giù, cori ‘Odio la Lega’, minacce e insulti di ogni tipo. Che pena, che  tristezza”, scrive su Facebook Matteo Salvini. E poi: “Viva la libertà di pensiero e viva gli striscioni, purché siano nel rispetto e nella non violenza”, commentando gli scontri a Firenze. “Non sono scesi in piazza dei contestatori del sottoscritto ma dei teppisti che hanno aggredito poliziotti e carabinieri. Un episodio che conferma, una volta di più, l’importanza di approvare il decreto sicurezza bis nel Consiglio dei ministri di domani. L’obiettivo è inasprire le pene per chi aggredisce le forze dell’ordine”, aggiunge.

[ Fonte articolo: Rai News ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.