Thorsten W., ancora mistero sull'uomo al centro del giallo della balestra che allarma la Germania

0

5 cadaveri trafitti da dardi e ritrovati a centinaia di chilometri di distanza. A detta di alcuni conoscenti intervistati da vari media, l’uomo aveva sostanzialmente assoggettato le donne, in una sorta di “setta del sesso” ossessionata dall’immaginario medievale, tra cavalieri e alchimie

Condividi

Un mistero che non sembra sciogliersi, cinque morti in due località a centinaia di chilometri di distanza l’una dall’altra uniti da un legame sconosciuto. È stata perquisita oggi l’abitazione di Thorsten W., il 53enne trovato morto in un albergo a Passau trafitto dai dardi di una balestra insieme a due donne.

Una vicenda che sta tenendo la Germania col fiato sospeso, dopo che a Wittingen in Bassa Sassonia sono stati trovati i cadaveri di altre due donne che erano in rapporti stretti con le tre vittime di Passau.

Per gli inquirenti è questa la “casa dei misteri”: la perquisizione, afferma la Procura di Hildesheim, e è stata decisa per trovare ulteriori indizi – forse la chiave del giallo – circa i legami tra Thorsten W., originario di Borod in Renania Palatinato, e le due donne trovate morte a Wittingen, una 35enne e una 19enne, di cui sono ancora ignote le cause del decesso.

Per ora l’ipotesi più accreditata è quella di un omicidio-suicidio “allargato”, anche se il momento della morte delle due donne di Wittingen a detta degli esperti sarebbe precedente a quella dei tre di Passau.

Per quanto riguarda le balestre trovate nella pensione di Passau, secondo un portavoce della Procura non si tratterebbe di armi di tipo medievale, bensì di modelli sportivi, moderni. Due sono più piccole, l’altra è lunga quasi un metro.

Gli inquirenti hanno chiesto una perizia per chiare se sia possibile che una persona riesca ad uccidersi con una balestra. Che è ciò che si ritiene abbia fatto la 30enne Farina C., squarciandosi la gola dopo aver colpito al cuore Thorsten W. e Kerstin E., 33 anni, trovata dagli agenti della polizia sdraiata sul letto matrimoniale mano nella mano con l’uomo.

Nell’appartamento di Wittingen, invece non sono state rinvenute balestre. Qui viveva Farina C. insieme a Gertrud C. 35 anni e Carina U., 19 anni, che risultava scomparsa da anni: i suoi genitori hanno riferito che la ragazza aveva interrotto ogni rapporto con loro proprio dopo aver conosciuto Thorsten W., che sempre in Renania era il titolare di un negozio di oggetti medievali.

A detta di alcuni conoscenti intervistati da vari media, l’uomo aveva sostanzialmente assoggettato le donne, in una sorta di “setta del sesso” ossessionata dall’immaginario medievale, tra cavalieri e alchimie. Un portavoce della procura ripete: “C’e’ ancora un’infinita’ di domande senza risposta: quali sono i fatti e quali le dicerie?”. Attualmente gli inquirenti stanno sentendo dei testimoni che si sono presentati spontaneamente.

[ Fonte articolo: Rai News ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.