Baseball: Bologna travolge Nettuno, Redipuglia spaventa Parma

0

La UnipolSai cresce a un mese dalla coppa Campioni, vice campioni d'Italia costretti al tie break in Friuli. Mercoledì al Falchi raduno azzurro e amichevole Italia-Fortitudo. I convocati

BOLOGNA – Come da programmazione, a meno di un mese dall'appuntamento più importante della stagione, quella fase finale di Coppacampioni che proprio Bologna ospiterà dal 4 all'8 giugno, l'UnipolSai Fortitudo Bologna sta crescendo nella condizione tecnico-atletica. Giocare con continuità, fortunatamente riuscendo fin qui a farlo sempre, trovando il modo di infilarsi bene nelle pieghe di un meteo spesso dispettoso con il batti e corri, consente di trovare la forma migliore, di "fare l'occhio" ai lanci, perché velocità e traiettorie nel campionato italiano non hanno nulla da invidiare a tornei più qualificati solo per numero di squadre.
Premessa doverosa per raccontare come la quarta di campionato sia servita ai campioni d'Italia per scavare un primo solco tra sé e le altre, per scaldare le mazze che se oggi sono calde aspettiamo siano incandescenti al momento giusto. L'Italia ha bisogno di tornare sul tetto continentale, l'Italia che sogna anche di staccare un biglietto per il torneo olimpico e ospiterà il torneo preolimpico da cui uscirà la prima qualificata europea.

Mercoledì Azzurri a Bologna

A questo proposito sono stati programmati alcuni test match settimanali. Il primo, mercoledì 15 alle 19, vedrà gli azzurri convocati da Gilberto Gerali giocare un'amichevole con la capèolista di Ibl, UnipolSai Fortitudo, sul diamante del Gianni Falchi. Per questo primo concentramento, il ct Gilberto gerali ha convocato 21 giocatori.
Lanciatori: Mattia Aldegheri (Parma), Samuel Aldegheri (Verona-S.Martino B.), Alex Bassani (Fortitudo Bo), Maurizio Andretta (Castenaso), Alessandro Ciarla (Godo), Nicolò Clemente (Longbridge Fortitudo Bo), Ludovico Coveri (S.Marino), Andrea Pizziconi (Fortitudo Bo), Claudio Scotti (Fortitudo Bo), Oscar Tucci (Macerata)
Interni: Mattia Mercuri (Parma), Ricardo S. Paolini (Parma), Luca Pulzetti (S. Marino), Alex Sambucci (Parma), Alessandro Vagio (Fortitudo Bo).
Ricevitori: Marco Sabbatani (Castenaso), Mario trinci (San Marino)
Esterni: Paolino Ambrosino (Castenaso), Federico Giordani, (San Marino), Aldo Koutsoyanopoulos (Parma), Niccolò M. Loardi (Castenaso).
Lo staff azzurro sarà completato da Vincenzo Mignola (team manager), Gianmario Costa e Augusto Medina (coach), Rolando Cretis (pitching coach), Massimo Baldi (trainer) e Gianni Natale (preparatore atletico).

La quarta giornata

Di venerdì solo due partite, con le bolognesi a fare la voce grossa.
Il primo squillo dell'Autovia Castenaso in casa del Godo è stato perentorio. Nove a zero, propiziato dai troppi errori difensivi dei romagnoli (5), sostenuto dalla solidità del monte di lancio (Lopez, Miliani e Jay Rodriguez 14 strike out!). Il match si stappa al terzo e poi al quinto sfruttando l'abilità unica di Ambrosino nel gioco sulle basi e il doppio di Loardi. Poi, dopo un tentativo di Godo di rientrare che culmina invece in una grande delusione offensiva  basi piene al sesto senza effetti sul punteggio, la squadra di Marco Nanni completa la pratica con tre punti al settimo, firmati Peraza e Molina, un punto per ripresa all'ottavo e al nono.

Di venerdì, partita con pitcher stranieri, arriva il 10 a 4 della capolista sulla Sipro Nettuno.Rivero è una sentenza (13 k in sei inning), popi comincia la Santa Barbara felsinea, con i fuoricampo di Leonora e di un superlativo Dobboletta e finalmente del gigante Osman Marval.

Di sabato la Effe Tricolore uscente si ripete di sabato pomeriggio con un eloquente 16 a 5 al settimo per la doppietta, in attesa dell'arrivo del nuovo straniero, quel Lionard Kindelan, slugger e prima base figlio del miglior fuoricamopista nella storia del baseball cubano che arriverà a sostituire Alex Rodriguez. 

A Redipuglia, il sabato di Parma è stato contrassegnato da due vittorie, ma una con brivido, a conferma della tenacia della neopromossa tra le cui fila si è distinto Efrain Contreras. Solo al tie break i vice campioni d'Italia possono tirare il sospiro di sollievo segnando 4 punti per il 12-8 finale. In serata poi ci pensa la "legge di Casanova" ad abbattersi sui giuliani: 13 a 0 con interruzioni varie per pioggia.
Resta da dire del secondo match tra le matricole Godo e Autovia, stavolta al "Bondi" di Castenaso, match a corrente alternata per via della pioggia, con i bolognesi in vantaggio nella prima parte (homerun dell'eterno Infante) ma poi scavalcati da un inning, il settimo, da 5 puniti dei romagnoli, grazie alle legnate di Meriggi e di Monari. 7 a 9 per il Godo.

RISULTATI
UnipolSai F. Bologna – Sipro Nettuno 10-4 e 16 a 5 (al settimo)
R. Redipuglia – Parma Clima 8-12 (al decimo) e 13-0.
Godo – Autovia Castenaso: 0-9;  9-7.
Ha riposato: San Marino
CLASSIFICA: UnipolSai Fortitudo 8-0 (1.000); Parma Clima 5-3 (.625), Sipro Nettuno 4-4 (.500), San Marino 3-3 (.500), Redipuglia 2-4 (.333), Autovia Castenaso 1-5 (.167), Godo 1-5 (.167).   

PROSSIMO TURNO
Sipro Nettuno – Parma Clima
Godo-Rangers Redipuglia
San Marino – Autovia Castenaso
Riposa UnipolSai Fortitudo Bologna

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.