Italia femminile, il ct Bertolini: ''Le donne salveranno il calcio''

0

La profezia dell'allenatrice delle azzurre: ''Siamo rimaste ferme per anni, ora il movimento rosa è in grande crescita''. Sulla possibilità di un tecnico donna in Serie A: ''I tempi sono maturi''

ROMA – "Chiamatemi miss, non mister". La ct della nazionale di calcio femminile, Milena Bertolini, rivendica con orgoglio la crescita del movimento rosa, lei che ha il merito di aver riportato l'Italia alla Coppa del Mondo (in programma dal 7 giugno al 7 luglio in Francia) per la prima volta dopo 20 anni: "Saranno proprio le donne a salvare il calcio".

Bertolini: "Siamo in grande crescita"

"Il calcio rosa in Italia è sicuramente in grande crescita – spiega la Bertolini intervenendo al Forum all'ANSA – I numeri oggi lo dimostrano, dopo che per anni siamo rimaste ferme, nel giro di pochi anni siamo passati da 20mila a 25mila tesserate, un importante cambio di rotta. Siamo ancora lontani dalle realtà degli altri grandi Paesi europei ma il messaggio che sta passando è positivo". L'allenatrice delle azzurre entra in tackle su pregiudizi e tabù: "Il pregiudizio più diffuso è che il calcio non è uno sport per bambine e per signorine. I pregiudizi nel pensiero medio italiano sono ancora forti, ma non mi danno più fastidio. Al di fuori dall'Italia è lo sport più diffuso, da noi c'è invece ancora una mentalità primitiva. Tanto per dirne una, non è vero che vengono le gambe storte e una ragazza che gioca a calcio è più mascolina. Senza dimenticare che il calcio femminile – rimarca – va oltre il semplice aspetto agonistico, oggi è anche business e ha importanti ricadute economiche. Sono anni che i numeri del calcio maschile non crescono, a differenza del calcio femminile che sta aumentando a vista d'occhio. Il calcio praticato dalle donne è bello per i suoi aspetti di fair play, di gioco, di sacrificio e impegno. La donna nel calcio coniuga fantasia, armonia, piacere, come solo i grandi giocatori sanno fare: penso a Baggio che univa eleganza, simmetria, destrezza".

"Tempi maturi per un tecnico donna in serie A"

L'immediato futuro si chiama adesso Mondiale dove le azzurre arrivano dopo un eccellente cammino: "Vincere è il sogno di ogni allenatrice, anche se poi c'è da fare i conti con la realtà. Noi manchiamo da 20 anni, gli altri hanno investito da tempo e hanno messo i loro talenti nelle migliori condizioni di potersi esprimere. Noi abbiamo cominciato da poco. Questo non significa che noi andiamo per passare solo il primo turno", afferma la Bertolini che via social risponde anche alle domande di qualche internauta ("Direi che i tempi sono maturi per vedere un tecnico donna in campo maschile in Serie A"; "Qualcuno mi vorrebbe vedere allenare la Juve? Non scherziamo, i bianconeri si devono tenere stretti Allegri, che è bravissimo") e dice la sua sulla domanda del momento: meglio Messi o CR7? "Mi piacciono entrambi ma sono diversi – il suo punto di vista – Messi è il talento, il calcio. Ronaldo ha meno talento, si è costruito ma ha dimostrato a tutti cosa significa credere nelle proprie qualità".

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.