Rugby, Australia: frasi omofobe, Israel Folau rischia il licenziamento

0

L'estremo degli Waratahs e della nazionale è di nuovo nei guai per un post su Instagram. Messaggio che ha mandato su tutte le furie la Federazione e che rischia di costargli la coppa del mondo

SYDNEY – Un post omofobo su Instagram e futuro nella nazionale australiana di rugby a rischio per Israel Folau. L'estremo degli Waratahs, che con i Wallabies ha raggiunto la finale della coppa del mondo nel 2015, ne ha combinata un'altra delle sue. La Federugby australiana, infatti, starebbe pensando di stracciare il contratto che lega il giocatore alla nazionale fino al 2022, ipotesi che gli farebbe saltare la coppa del mondo in programma in Giappone a settembre. Folau, non nuovo ad esternazioni omofobe, sui social aveva scritto: "Ubriaconi, omosessuali, adulteri, bugiardi, fornicatori, ladri, atei, idolatri: l'inferno vi sta aspettando. Pentitevi! Soltanto Gesù può salvarvi".

La sanzione della federazione

Frasi che non sono passate inosservate e che hanno scatenato la polemica tanto da spingere la Federazione a diffondere un comunicato: "Mentre Israel ha diritto alle sue convinzioni religiose, il modo in cui ha espresso queste convinzioni è incoerente con i valori dello sport. Vogliamo chiarire che non parla per il rugby con i suoi recenti post sui social. Come codice abbiamo chiarito a Israel formalmente e ripetutamente che qualsiasi post sui social media o commenti che siano in qualche modo irrispettosi verso le persone a causa della loro sessualità si tradurranno in azioni disciplinari. In assenza di fattori attenuanti convincenti – conclude la Federazione -, è nostra intenzione di rescindere il suo contratto".

Addio coppa del mondo

La sanzione, senza precedenti, rischia di rovinare i piani dell'allenatore australiano Michael Cheika per la coppa del mondo di rugby in Giappone. Folau è stato quasi sempre utilizzato dal tecnico da quando, nel 2013, è passato dal rugby a 13 a quello a 15. Corridore inafferrabile e pericoloso, Folau ha aiutato i Waratahs a vincere il titolo di Super Rugby nel 2014 e lo scorso fine settimana è diventato il miglior meta-man nella storia del campionato australiano.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.