Golf, le star celebrano il ritorno di Woods: "Grande come nessun altro"

0

Plebiscito di congratulazioni per il successo nell'Augusta Masters. Trump: "Un vero grande campione"; Obama: "Testimonianza di eccellenza, grinta e determinazione"; Serena Williams: "sono letteralmente in lacrime". E Nicklaus lo incorona come erede: "Quando è in forma non ce n'è per nessuno"

ROMA – Da Donald Trump a Barack Obama e Kobe Bryant passando per LeBron James e Serena Williams. Il ritorno al successo in un Major dopo 11 anni di Tiger 

Trump celebra Woods: "Un vero campione"

Ad esultare per "Big Cat" è in primo luogo il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump: "Congratulazioni a Tiger Woods, un vero grande campione. Adoro le persone che sanno esser grandi sotto pressione. Che fantastico ritorno per un ragazzo davvero eccezionale", il messaggio su Twitter. Il presidente americano ha seguito passo passo il ritorno di Woods. In un precedente tweet ha scritto: "Sto guardando la buca finale del Masters, Tiger Woods sembra alla grande!". E ancora un'ora prima: "Un grande Masters, Tiger Woods guida con due buche mancanti. Entusiasmante, restate sintonizzati!". Si sa che Trump oltre ad essere proprietario di diversi club di golf nel mondo è anche un grande appassionato del green. E non gli piacerebbe perdere, fino a volte a barare, come svelato in un recente libro. Una rivelazione smentita dalla Casa Bianca.

I messaggi di Obama e delle stelle Nba

"Congratulazioni, Tigre. Tornare a vincere il Masters Tournament dopo tutti gli alti e bassi che hai avuto è una testimonianza di eccellenza, grinta e determinazione", ha twittato invece l'ex inquilino della Casa Bianca, Barack Obama, per salutare la quinta 'Green Jacket' del campione californiano (avvicina il record di Jack Nicklaus, a sei trionfi) che mancava la vittoria ad Augusta da 14 anni. Festeggiano la 15esima affermazione in un Major di 

Serena Williams in lacrime, i complimenti dei colleghi

Commossa Serena Williams, che si dice "letteralmente in lacrime" per l'affermazione di Woods "grande come nessun altro" per essere riuscito a "passare tutto quello che ha passato e tornare a vincere un torneo così importante, una impresa non da tutti. Wow". Cinguettio di complimenti anche da Tom Brady, quarterback dei New England Patriots, vincitori dell'ultimo Super Bowl: "Felicitazioni Tiger, che performance". Non possono mancare i colleghi del circuito professionistico del golf, come il connazionale Phil Mickelson: "Che bel momento per il nostro sport! Sono talmente impressionato dall'incredibile prestazione di Tiger Woods, sono così felice che abbia conquistato di nuovo una 'giacca verde'. E' davvero un giorno speciale che entrerà nella storia, congratulazioni Tiger!". L'altro americano Justin Thomas si fa interprete di tanti altri protagonisti del green: "Penso di poter parlare per tante persone del mondo del golf quando dico che siamo felicissimi per te TW". E pure la Nike, storico sponsor di Woods, sul suo account Twitter ha celebrato l'impresa: "Non smettete mai di inseguire i vostri sogni più folli".

Golf, le star celebrano il ritorno di Woods: "Grande come nessun altro"

Tiger Woods

Tiger vola al 6° posto nel ranking mondiale

Il trionfo show di Tiger Woods al Masters Tournament rimescola anche completamente le carte della classifica mondiale. Tante le variazioni nel world ranking con il fuoriclasse americano che, per la prima volta dal 2011, torna nella top 10 mondiale stanziandosi al sesto posto davanti a Francesco Molinari, sempre settimo. Nuovo sorpasso in vetta con Dustin Johnson che si ritrova davanti a tutti. Dopo l'uscita al taglio ad Augusta, Justin Rose è retrocesso in seconda posizione, mentre Brooks Koepka è terzo davanti a Rory McIlroy. Il nordirlandese, quarto in Georgia, ha fallito per la quinta volta consecutiva l'appuntamento col Grande Slam. Posizione invariata per Justin Thomas, quinto, mentre Bryson DeChambeau scivola in ottava posizione e deve ora guardarsi le spalle da Xander Schauffele. Chiude la Top 10 Rickie Fowler. E adesso, dopo l'improvvisa accelerata alla scalata verso la leadership mondiale, Woods sogna in grande, non solo per la classifica.

Nicklaus lo incorona: "Se in forma non ce n'è per nessuno"

Tiger può davvero puntare a polverizzare ogni primato. Sono quindici i Major nel palmares del californiano contro i diciotto dell'"Orso d'oro del golf", Nicklaus. Ma c'è di più. I trionfi sul PGA Tour del nuovo numero sei mondiale sono ora ottantuno contro gli ottantadue del recordman Sam Snead. Come se già non bastasse, Woods è tornato nella Top 10 mondiale otto anni dopo l'ultima volta, mentre era dal 2008 che non riusciva a imporsi in un torneo del Grande Slam. L'ultima prodezza risaliva infatti agli Us Open di Torrey Pines (California). Ad Augusta Woods ha vinto per la prima volta un Major senza partire da leader nell'ultimo giro. Dando seguito alla tradizione favorevole col Masters dove s'è sempre affermato quando s'è trovato sul punteggio di -11 colpi dopo 54 buche. Al 352esimo torneo giocato sul circuito Tiger è diventato il secondo vincitore più anziano del Masters, riuscendo nell'impresa all'età di 43 anni, tre mesi e quindici giorni. Il record spetta ancora a Nicklaus (46 anni, due mesi e ventitré giorni nel 1986), la vera bestia nera di Woods. Che, però, al termine dell'ottantatreesima edizione del torneo più importante al mondo di golf, ha incoronato come suo erede il californiano. "Quando è in forma, non ce n'è per nessuno".

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.