"Morto dopo un'attesa di sei ore in ospedale": la denuncia dei familiari

0

Un'inchiesta interna sarà avviata dalla Asl Napoli 1 Centro per far luce sulla morte di un uomo di 72 anni avvenuta sabato 9 febbraio intorno alle 21 nell'ospedale San Paolo di Napoli. I familiari hanno presentato una denuncia lamentando che l'uomo, in ospedale dalle 14.30, non sarebbe stato visitato per sei ore prima di morire. Inoltre, sempre secondo la denuncia dei familiari, l'uomo era stato portato nello stesso ospedale di Fuorigrotta tre giorni prima, venendo dimesso dopo accertamenti.

Muore in ospedale a Napoli: aperta un'inchiesta

L'uomo si trovava nel pronto soccorso per dolori addominali e in codice giallo. Il pm ha disposto il sequestro della cartella clinica e l'autopsia sul corpo dell'anziano. Per il consigliere regionale campano dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione Sanità del Consiglio regionale della Campania, si tratta di "una vicenda sulla quale bisogna fare necessariamente chiarezza. Ancora una volta il sequestro della cartella clinica e l'autopsia spiegheranno le ragioni di un decesso e diranno se le tante ore di attesa e i dolori lancinanti all'addome dovevano essere un campanello d'allarme e avrebbero dovuto richiedere un trattamento diverso. Questa volta è accaduto all'ospedale San Paolo di Fuorigrotta, un 72enne non ce l'ha fatta e scovare i responsabili, se ce ne sono, è sacrosanto".

Anna, promessa sposa morta in ospedale. Ipotesi shock: nessuno si sarebbe accorto che era incinta 

Borrelli ritiene "tempestiva" la richiesta di Ciro Verdoliva, neo commissario della Asl Na1 Centro, di un'inchiesta interna: "Si diano alla famiglia risposte sull'accaduto", esorta. Dice il neo commissario straordinario: "Ho chiesto al direttore sanitario del Presidio ospedaliero San Paolo una dettagliata relazione per ricostruire i fatti. Il dottor Ferrara ci sta già lavorando estraendo i dati informatici sia per verificare i tempi di attesa nel contesto di pronto soccorso sia i dati fattuali del percorso clinico-assistenziale".


 

[ Fonte articolo: TODAY ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.