Condono Ischia, i parlamentari campani di Forza Italia "in soccorso" del M5s

0

Tanto tuonò che (non) piovve. Il Senato ha ripristinato la norma originaria sul condono per Ischia contenuto nel dl su Genova. Un'ampia maggioranza ha infatti respinto l'emendamento contro il condono, su cui martedì M5S e Lega erano andati sotto in Commissione: in Aula si sono contati 200 no, 75 sì e un astenuto. Fi aveva lasciato libertà di voto su questa proposta di modifica al dl Genova, che ieri, invece, ha innescato il primo mini-terremoto nella maggioranza.

E i 'numeri' continuano a far ballare i Cinque stelle. Secondo gli ultimi boatos 6-7 senatori pentastellati, Paola Nugnes in testa, non avrebbero partecipato al voto in Aula che riprendeva il testo del provvedimento sul condono per Ischia. Ma, appunto, si tratta di rumors. Tra gli assenti Mario Giarrusso che raggiunto al telefono precisa all'Adnkronos che la sua assenza era legata a motivi di salute e non politici: ''E' da vari giorni che sto male, stamane sono venuto lo stesso in Antimafia per non far venir meno il quorum per l'elezione del presidente, poi ho avvertito il nostro capogruppo che non ce la facevo a partecipare al voto sul dl Genova in Aula per ragioni di salute, perché stavo proprio male''.

Nel mentre in Forza Italia è rientrata la protesta dei sei parlamentari campani che si erano autosospesi dai rispettivi gruppi di Camera e Senato dopo il 'no' al condono per Ischia nel dl Genova. Il partito azzurro si è ricompattato e, per ora, divisioni e malumori vengono messi da parte. "Visto che il nostro partito non è una caserma, non è militarizzato e che il presidente Bernini ha lasciato libertà di voto sugli emendamenti relativi a Ischia – annunciano con una nota i forzisti Domenico De Siano, Vincenzo Carbone, Luigi Cesaro, Antonio Pentangelo, Paolo Russo e Carlo Sarro – ritiriamo l'autosospensione dai gruppi e riprendiamo appieno la nostra attività politica, ringraziando il capogruppo Bernini per aver saputo cogliere con grande attenzione e sensibilità le nostre aspettative".

Ischia, è davvero un condono?

"E' evidente che il condono non mi entusiasma, ma ho parlato con i sindaci dell'isola e mi hanno spiegato che manca da venti anni una legge regionale": così sulla vicenda del condono a Ischia Matteo Salvini, oggi a Napoli, in un'intervista al Mattino. "L'abuso è abuso, ma nel caso specifico ho il dubbio che ci siano ritardi enormi e che l'ente pubblico sia nel torto". 

[ Fonte articolo: TODAY ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.